Strumenti

Ecco le indicazioni operative pubblicate dall'Asst del Garda per l’effettuazione su base volontaria dei test sierologici sul personale docente e non docente dei Nidi e delle Scuole Pubbliche e Private. Il Ministero della Salute con la circolare n. 8722 di venerdì 07/08/2020 ha fornito indicazioni operative finalizzate all’effettuazione su base volontaria del programma di test sierologici per la ricerca di anticorpi specifici nei confronti del virus SARS-CoV-2 sul personale delle scuole pubbliche e private nell’intero territorio nazionale.

 

A CHI È RIVOLTO LO SCREENING: lo screening è rivolto al personale docente e non docente, operante nei nidi, nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie pubbliche, statali e non statali, paritarie e private e negli istituti di formazione professionale.

 

ADESIONE: l’adesione alla campagna è volontaria, ed è prevista apposita modulistica per raccogliere il consenso.

 

DATA INIZIO CAMPAGNA DI EFFETTUAZIONE DEI TEST SIEROLOGICI: la campagna di effettuazione dei test sierologici prenderà il via lunedì 24 agosto e proseguirà nelle settimane successive.

 

MODALITÀ DI ESECUZIONE DEL TEST SIEROLOGICO: la campagna di screening viene effettuata mediante la somministrazione di un test rapido e non di un prelievo venoso.

 

ESITO TEST SIEROLOGICO:

 

  • nel caso di esito negativo al test il cittadino non ha obblighi né adempimenti da rispettare
  • nel caso il test dia esito positivo il cittadino deve essere sottoposto al tampone, che sarà effettuato contestualmente alla comunicazione di positività del test o prenotato successivamente e deve restare in isolamento fiduciario fino alla comunicazione dell’esito del tampone (quindi a partire dal momento dell’esito positivo del test sierologico). 

 

        ►TAMPONE A SEGUITO DI SIEROLOGICO POSITIVO

 

         In caso di esito negativo al tampone, il cittadino interromperà l’isolamento.

 

         In caso di esito positivo al tampone, diventerà caso accertato COVID-19, sarà sottoposto all’isolamento obbligatorio e sarà contattato da ATS per l’avvio  della sorveglianza e per l’indagine epidemiologica.

Questo programma di screening non prevede il rilascio al cittadino di un’attestazione di partecipazione, né una dichiarazione sull’esito del test; la comunicazione dell’esito del test verrà effettuata direttamente dal medico/operatore che effettua il test e non prevede certificazioni. Verrà rilasciato un referto solo e unicamente per l’esito del tampone nei casi in cui il cittadino dovrà sottoporsi al tampone a seguito di esito positivo del test sierologico.