Strumenti

Brescia che fallisce l'ennesima opportunità di agganciare i playoff, anzi addirittura di entrare in zona playoff.

Le rondinelle infatti non vanno al di la di un pareggio interno al Rigamonti per uno a uno contro la penultima della Classifica, il Pescara. Un Brescia che nel primo tempo tutto sommato non gioca male, riesce a sbloccare il risultato con un gran gol di Jagiello e poi giustifica il vantaggio con una condotta di gioco tutto sommato più che buona.

Nella ripresa però il Brescia piano piano si spegne, lascia l'iniziativa agli avversari ed il Pescara, che lotta per non retrocedere, trova il meritato gol del pareggio, dol dell'ex visto che in rete ci va Dessena che proprio dal Brescia era passato al Pescara nel corso del mercato di Gennaio.

Così alle Rondinelle non resta che assaporare l'ennesima mezza delusione anche se Clotet, con un pizzico di polemica,  tiene a sottolineare che il Brescia, quando lui l'ha preso in mano, era a ridosso dei playout e che l'obbiettivo della squadra, anche secondo Cellino, era la salvezza.

Allora secondo Clotet questo lo si deve considerare un punto guadagnato.

Di certo c'è che il Brescia è squadra che avrebbe dovuto lottare per bel altri traguardi, è squadra che, in virtù della rosa che ha a disposizione l'allenatore, avrebbe certamente potuto fare molto di più.

Adesso la squadra biancoazzurra sarà chiamata ad una serie di scontri diretti a cominciare da quello che vedrà di scena le Rondinelle ad Empoli contro la capolista del Campionato cadetto, partita questa in programma sabato prossimo.

La possibilità di agganciare i playoff esiste ancora a patto però che il Brescia sappia ritrovare "verve" , convinzione e determinazione.

Ciro Corradini