23
set, gio

Strumenti

E’ giunta alla Sala Operativa della Guardia Costiera del Lago di Garda a metà mattinata di domenica 29 agosto 2021 la segnalazione telefonica, formulata da parte di un attento ed esperto frequentatore del Lago di Garda, che ha notato la presenza di un bagnante in imminente pericolo, perché nuotava al centro delle acque del Golfo di Salò tra le numerose unità da diporto, che in quel momento navigavano nel predetto tratto di lago.

Immediata l’attivazione della Sala Operativa della Guardia Costiera, che inviava la dipendente unità navale GC B98 nel punto segnalato, risultato poi essere proprio sulla rotta che seguono in genere le navi da passeggeri tra Portese e l’approdo di Salò. Giunti col predetto mezzo nautico dopo pochi minuti dalla segnalazione, i militari individuavano il nuotatore a rischio, lo recuperavano a bordo e lo trasportavano sulla spiaggia del Comune di Salò, da dove aveva intrapreso l’attività natatoria.

I Guardiacoste, dopo averlo generalizzato, indottrinato sui rischi che aveva corso allontanandosi dalla costa, è stato anche invitato a non eseguire più attività natatorie oltre la zona riservata alla balneazione.

A carico del bagnante i militari hanno, altresì, elevato una sanzione amministrativa di 172,00 €uro per aver violato l’art.113 della Legge Regionale nr.11 del 14 luglio 2009, prevista per chi effettua l’attività di balneazione negli specchi d’acqua antistanti gli attracchi delle unità in servizio pubblico e nelle aree di manovra delle stesse.

Dalla Guardia Costiera del Lago di Garda viene ribadito ai bagnanti ed agli utilizzatori di sup di non avventurarsi oltre la fascia riservata alla balneazione e, nella medesima nota stampa, vengono, infine, rilanciati i seguenti consigli utili:

ü  è sempre meglio fare il bagno con un amico per non trovarsi da soli in caso di difficoltà;

ü  anche se siete dei buoni nuotatori, non sforzate il vostro fisico;

ü  non nuotare per lunghe distanze da soli per scongiurare situazioni di emergenza impreviste;

ü  non fare il bagno se non siete in perfette condizioni psicofisiche;

 ü  non entrare in acqua dopo essere stato a lungo sotto il sole;

ü  non entrare in acqua quando è esposta la bandiera rossa;

ü  se non sapete nuotare, di bagnarvi esclusivamente in acqua molto basse;

ü  non allontanarvi oltre le boe che delimitano la zona di sicurezza per la balneazione;

ü  non allontanarvi dalla spiaggia usando materassini, ciambelle, galleggianti o piccoli canotti gonfiabili, in particolare quando il vento spira da terra;

ü  evitare di tuffarvi da pontili, dagli scogli o in acque basse;

ü  di consultare le ordinanze locali di sicurezza emesse dalla Autorità competenti ed il testo unico della navigazione del Lago di Garda;

ü  di verificare preventivamente, trovate tramite i numerosi siti internet, le condizioni meteo previste nella zona lacuale ove si vuole intraprendere la balneazione.