SECONDO PIANO

Inizieranno la settimana prossima le operazioni che porteranno tra le piazze del centro, in riva al lago a Desenzano, dei Citrus Aurantium, più comunemente note come piante di arance amare.

Un gesto di solidarietà verso tutti gli attori dell’industria musicale italiana e una dimostrazione che la musica non si è mai zittita: è quanto emerge dall’esibizione di Syria, che è stata accolta dal Vittoriale degli Italiani nella splendida cornice offerta dal suo Anfiteatro nel primo giorno di primavera. La cantante si è esibita in un’interpretazione a cappella de IL NOSTRO CONCERTO, di Umberto Bindi.

 

E' stata pubblicata l'ordinanza sindacale n.174, che prende atto delle nuove disposizioni nazionali e regionali, nella quale sono contenute le seguenti prescrizioni:

 

🔸Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5,00 sino alle ore 18.00 con la sola consumazione al tavolo, essendo esclusa ogni altra modalità, sia all’interno che all’esterno dei locali, e con un massimo di quattro persone per tavolo, (salvo che siano tutti conviventi);

 

🔸Deve essere osservato l’obbligo del servizio al tavolo oppure, in alternativa, l’asporto da parte del cliente, dei prodotti da consumare dal banco fino al posto a sedere;

 

🔸Con la chiusura dei pubblici esercizi all'ora stabilita deve cessare ogni somministrazione agli avventori presenti ed effettuarsi lo sgombero del locale.

 

🔸L'attività di ristorazione con consegna a domicilio deve avvenire entro le ore 23,00 nel rispetto delle norme igienico-sanitarie e di protezione personale sia per l'attività di confezionamento che di trasporto, avendo cura di dotarsi di rigidi protocolli di sicurezza anti-contagio, da comunicarsi preventivamente al Comune di Salò, e di adeguati strumenti di protezione individuale, nonché di osservare idonee pratiche di igiene, secondo un livello di cautele

 

rapportato ad una situazione almeno di quarantena precauzionale;

 

🔸La ristorazione con asporto o con modalità drive - through resta consentita fino alle ore 23, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze: A tale fine è fatto obbligo ai gestori dell’attività di ristorazione di programmare l’attività al fine di garantire il rispetto da parte dei clienti di quanto stabilito dall’Ordinanza del Ministro della Salute d’intesa con il Presidente della Regione Lombardia del 21 ottobre 2020 ovvero che dalle ore 23.00 alle ore 5.00 del giorno successivo sono consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o d’urgenza ovvero per motivi di salute; è in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza;

 

🔸È fatto inoltre obbligo sia per gli esercenti attività di commercio al dettaglio che per gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande:

 

a) di esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale medesimo, sulla base dei protocolli e delle linee guida vigenti;

 

b) adottare regole di accesso, in base alle caratteristiche dei locali, in modo da evitare assembramenti e assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i clienti

 

🔸È vietata la vendita per asporto di qualsiasi bevanda alcolica da parte di tutte le tipologie di esercizi pubblici, nonché da parte degli esercizi commerciali e delle attività artigianali dalle ore 18.00;

 

🔸Sono chiusi dalle 18.00 alle 5.00 i distributori automatici cosiddetti “H24” che distribuiscono bevande e alimenti confezionati, con affaccio sulla pubblica via; tale misura

 

non si applica ai distributori automatici di latte e acqua;

 

🔸È vietata dalle 18.00 alle 5.00 la consumazione di alimenti e bevande su aree pubbliche;

 

🔸È sempre vietato il consumo di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione nelle aree pubbliche compresi parchi, giardini e ville aperte al pubblico.

 

v\:* {behavior:url(#default#VML);} o\:* {behavior:url(#default#VML);} w\:* {behavior:url(#default#VML);} .shape {behavior:url(#default#VML);} Normal 0 false 14 false false false IT X-NONE X-NONE /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin-top:0cm; mso-para-margin-right:0cm; mso-para-margin-bottom:8.0pt; mso-para-margin-left:0cm; line-height:107%; mso-pagination:widow-orphan; font-size:11.0pt; font-family:"Calibri",sans-serif; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi; mso-fareast-language:EN-US;}

E’ accaduto domenica pomeriggio. Un velista in attività sportiva solitaria si è ritrovato improvvisamente in acqua per il capovolgimento della propria barca. Ecco cosa è successo nel comunicato della Guardia costiera. Il velista stesso, munito di giubbotto di salvataggio, pur risalendo sullo scafo capovolto, non riusciva però a raddrizzare l’unità, restando, pertanto, alla deriva a circa 1 km dalla costa del basso lago. Vistosi in difficoltà e stante la pioggia battente, contattava con il proprio cellulare il circolo velico dal quale aveva intrapreso la navigazione domenicale, che girava la richiesta d’intervento alla sala operativa della Guardia Costiera del Lago di Garda.

Quest’ultima, assunto il coordinamento delle attività di soccorso, disponeva l’immediato uscita della motovedetta CP 703 – di stanza a Salò – e l’invio nel porto di Moniga della pattuglia terrestre CP 4193 già in vigilanza del litorale nel basso Lago.

Dopo circa 20 minuti dalla richiesta di soccorso, nei quali la sala operativa della Guardia Costiera aveva costantemente mantenuto il contatto telefonico con il malcapitato, la motovedetta SAR CP 703 raggiungeva il velista e lo recuperava a bordo per trasferirlo nel porto di Moniga, ove nel contempo era stato richiesto al 118 l’intervento di un’autoambulanza per le assistenze sanitarie del caso.

Dopo le prime cure ricevute dall’equipaggio del 118 giunto in banchina, per il velista non si rendeva necessario il trasferimento nel vicino nosocomio di Desenzano.

La motovedetta CP 703, sbarcato il naufrago, riprendeva la navigazione per intercettare l’unità alla deriva, pericolosa per la navigazione, agganciandola e rimorchiandola fino ad una boa presente nelle acque antistanti il porto di Moniga, ove veniva assicurata. L'imbarcazione è stata recuperata nel pomeriggio odierno dal proprietario.

 

Riceviamo e pubblichiamo.

“Il Garda è patrimonio comune tra Lombardia, Veneto e Trentino. Si rende necessario coordinamento per politiche comuni per favorire il turismo.” Floriano Massardi, vicecapogruppo della Lega in Regione Lombardia, invita le tre regioni bagnate dal Lago di Garda ad adottare protocolli comuni per incentivare il turismo a maggior ragione dopo l’emergenza Covid19 che ha messo a dura prova gli operatori del sistema e l’economia dei territori. “L'emergenza coronavirus si è fatta pesantemente sentire anche sulle sponde del Lago di Garda, turismo che vale, in termini di indotto economico, oltre 4 miliardi di euro. Numerosissime purtroppo sono state le disdette.” Massardi, in linea con quanto già proposto da altri consiglieri lombardi ritiene che uno strumento utile potrebbe essere l’accordo quadro interregionale sottoscritto dalle tre regioni e dalla Comunità del Garda per armonizzare scelte amministrative e politiche per l’area lacustre. “Diamo impulso a questi accordi per superare le differenti misure di sicurezza e prevenzione e rendere finalmente il Garda una ricchezza per tutti”, ha concluso Massardi.



Il Comune di Desenzano del Garda, in un’ottica di sempre maggior sostegno alle famiglie, vuole favorire la frequenza delle attività organizzate per i minori di età compresa tra gli 0 ed i quattordici anni e ragazzi, attivate nel periodo di sospensione scolastica, attraverso il riconoscimento di contributi economici – voucher.

Con la prima tappa in programma dal 30 aprile al 2 maggio a Campione d/G, prende il via sul Lago di Garda il circuito Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of Moving 2021. La manifestazione, organizzata da Univela Sailing e Canottieri Garda Salò, ha fatto registrare il pieno di iscritti con 300 partecipanti.

L'Aia ha reso note le designazioni per la 5ª giornata di Serie C.

Da venerdì 26 a domenica 28 giugno la Canottieri Garda è uno dei 250 circoli in Italia che aderiscono al Vela Day: tre giornate per promuovere la cultura della vela, organizzato dalla FIV (Federazione Italiana Vela) in collaborazione con Kinder Joy of moving.

La partecipazione all’iniziativa è libera e gratuita per adulti e bambini dai 6 anni compiuti. Gli armatori della classe Protagonist ospiteranno a bordo della propria imbarcazione gli aspiranti velisti nelle acque del Golfo di Salò. Per i più giovani saranno messe a disposizione delle derive, imbarcazioni utilizzate anche per la scuola vela, con l’assistenza di un istruttore federale.

Venerdì 26 giugno sarà la giornata dedicata all’informazione e alla raccolta iscrizioni, mentre sabato e domenica, dalle ore 10.00 fino al tardo pomeriggio, sono programmate le uscite in barca di un’ora, nel rispetto di tutti i protocolli di sicurezza.

Chi scoprirà di avere la vela nel sangue, potrà iscriversi ai corsi che la Canottieri Garda organizza regolarmente per adulti e bambini.

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 0365 43245

 

Cerca un articolo

Meteo

 
 
 
 
 
 
 
Ivotrans
Wurth
Per la tua pubblicità chiama al 03651896530

Prossimi Eventi

Per la tua pubblicità chiama al 346/3095149