23
set, gio

Il pubblico potrà ascoltare racconti e voci di mondi lontani, come quelli di Sepúlveda, di Leonard Cohen o di Lou Reed, memorie e letture, musiche eterne e idee in movimento, in un continuo fermento culturale, direttamente dalle voci dei protagonisti o di coloro i quali sono stati vicinissimi al “genio”. Il programma è tanto intenso quanto, e forse di più, quello delle passate edizioni. Il festival Intermittenze è promosso dalla biblioteca civica di Riva del Garda in collaborazione con Rapsodia Festival. La direzione artistica è di Emiliano Visconti.

Per la rassegna «I nostri luoghi, i nostri autori», la biblioteca civica di Riva del Garda propone giovedì 9 settembre in Rocca la presentazione del libro «Sul sentér che porta a casa».

Lo spettacolo «Stregapagliacciostrega» conclude, venerdì 3 settembre al parco giochi Piazzola di Nago, l’apprezzata rassegna di teatro per ragazzi «Teatro a gonfie vele».

Anche quest’anno, la Pro Loco e l’Amministrazione comunale di Salò ripropongono l’evento “I Giardini del Garda”. Il lungolago di Salò, di nuovo in fiore, ritorna la dodicesima edizione dell'evento, stavolta in chiave autunnale, dal 10 al 12 ettembre.  

 

L’edizione salodiana della “mostra mercato” rinnova la partecipazione di numerosi espositori di aziende prestigiose del settore botanico, con essenze rare di cactacee, sempreverdi, aromatiche, rose, acquatiche, succulente, ecc. “I Giardini del Garda” si configura come un vero e proprio evento botanico e avrà luogo venerdi 10, sabato 11 e domenica 12 settembre, a partire dalle ore 10 e fino al tramonto. Come cornice, il bellissimo lungolago Zanardelli. La passeggiata prenderà infatti le forme di un grande giardino fiorito ricco di essenze profumate, variopinti fiori e contornato dalle opere dei florovivaisti.

Fiori, ma non solo: fra le proposte anche accessori e arredi per il giardino e la casa, oltre ad un allestimento espositivo che prevede un interessante scenario per valorizzare alcuni prodotti del territorio. E' prevista la partecipazione di prestigiose aziende, come gli Agrumi del Garda, simboli incontrastati  del clima mediterraneo, Consorzio Vini Valtenesi e Consorzio Tutela dell’Olio DOP, con varie degustazioni. 

Salò diventerà dunque un grande giardino che accoglierà i numerosi turisti e appassionati per far loro assaporare le emozioni ed i profumi della natura, nonché per incuriosire e sorprendere.

Dopo il successo della prima edizione, LUMINARIA torna ad accendere di magia le notti di Riva del Garda. Dal 25 al 29 agosto, ogni giorno dalle 20 alle 24, videoproiezioni, opere di light-art e installazioni dinamiche disegnano paesaggi da favola nelle piazze e nelle vie del centro storico, in un itinerario che mescola fantasia e tecnologia.

Ispirandosi ad una tradizione antica - già nel 1800 a Riva del Garda le feste per Napoleone e per l'Austria prevedevano palloni aerostatici colorati e casacche dipinte, lumi sulle rive del lago, lungo le strade e sui davanzali delle finestre per una festa chiamata proprio “luminaria” - il festival utilizza il linguaggio delle luci e della videoarte, tra le frontiere più vivaci e innovative della creatività contemporanea, per raccontare la fiaba de “Il gatto con gli stivali”.
Illustrazioni che prendono vita sulle pareti della Rocca, disegnatori che dipingono con la luce sulla Torre Apponale in piazza 3 Novembre, light-show sulla Centrale Idroelettrica e in piazza delle Erbe: queste e altre sono le installazioni che incanteranno e sorprenderanno visitatori di tutte le età, frutto del talento di numerosi artisti.


Info: Comitato Manifestazioni Rivane Via Liberazione 7 – C.P. 54 38066 Riva del Garda (TN) – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – www.nottedifiaba.it



A seguito dei disagi subiti nel giorno di Ferragosto per l’interruzione dei servizi elettrico ed idrico l’Amministrazione Comunale di Sirmione ha ritenuto opportuno formulare un messaggio rivolto agli ospiti presenti a Sirmione in data 15 agosto. 

Tale comunicazione fa seguito all’iniziativa dei giorni scorsi quando il Comune di Sirmione si è attivato nei confronti di Acque Bresciane e Enel SpA per chiedere riscontri immediati al fine di evitare il ripetersi dell’accaduto.

La lettera - anche in lingua inglese - a firma del Sindaco Luisa Lavelli e dell’Assessore al Turismo Mauro Carrozza, indirizzata a Consorzio Albergatori e Ristoratori Sirmione, Associazione Commercianti Sirmione, Associazione Artigiani Sirmione, Associazione Trasporto Persone Sirmione, Associazione B&B e CAV Sirmione e Terme di Sirmione S.p.A. con preghiera di divulgazione ai rispettivi ospiti.

 

Gentili Ospiti

siamo a conoscenza che la Vostra vacanza a Sirmione nel giorno di Ferragosto possa essere stata
meno confortevole del previsto a causa della temporanea mancata erogazione dell’energia elettrica
e dell’acqua potabile.

Siamo spiacenti del disagio momentaneo, non riconducibile a carenze delle strutture dove siete stati
accolti e nemmeno a responsabilità dell’Amministrazione Comunale.
Siamo subito intervenuti presso i Responsabili degli Enti preposti al fine di meglio comprendere
l’accaduto ed evitare che si ripeta.

Siamo certi che gli splendidi colori del nostro paesaggio uniti alla professionale ospitalità degli
operatori turistici sirmionesi hanno reso comunque gradevole la vostra visita nella nostra penisola.

Vi attendiamo ancora a Sirmione, nella stagione che più Vi piacerà, per farVi nuovamente
apprezzare le bellezze e le specialità di un luogo unico al mondo.

 

Venerdì 10 settembre alle 21.00, all’Anfiteatro del Vittoriale degli Italiani, passato e presente, tradizione e attualità: tutto il mondo de I Legnanesi nello spettacolo “Ridere”.

Così, già nella prima scena, Mabilia (Enrico Dalceri) ammira la Gioconda insieme a mamma Teresa (Antonio Provasio) e papà Giovanni Colombo (Lorenzo Cordara, al suo debutto in questa stagione), che sfoggiano gilet gialli catarinfrangenti nelle sale del Louvre, mentre fuori i manifestanti fanno dei loro gilet gialli il simbolo della protesta, inseguiti dai gendarmi (Giordano Fenocchio e Fabrizio Rossi).

Ideato nel cinquecentesimo anniversario dalla morte di Leonardo da Vinci, la Monnalisa è al centro della loro attenzione: il capolavoro deve tornare in Italia e Teresa, incurante dell’esistenza di un sortilegio legato al furto del celebre quadro, spinge il marito Giovanni a compiere il misfatto. Il tempo di un gioco di luci, ed ecco la famiglia Colombo catapultata nel 1504, anno di realizzazione dell’opera. Tra un austero Leonardo (Giovanni Mercuri) e un intraprendente Gian Giacomo Caprotti detto il Salai (Maicol Trotta), l’imperturbabile e poco avvenente Monna Lisa (Franco Cattaneo) l’arrivo di Michelangelo (Francesco Pellicini) e di un poco statuario David (Mauro Quercia), ecco che prende il via la solita girandola di battute, malintesi, risate, ritmi incalzanti, omaggi al genio italico, sapientemente mescolati da Provasio, che firma i testi insieme a Mitia Del Brocco.

Il secondo tempo si apre con un nuovo viaggio nel tempo: ora siamo nel 1918, i bombardamenti lambiscono il cortile, adibito a ospedale da campo: Teresa, in veste di infermiera, ha in mente qualcosa per provare a cambiare il corso del futuro… ed ecco che per la prima volta scopriremo qualcosa di più degli amatissimi personaggi del cortile lombardo, con un viaggio nel tempo molto reale che racconta le storie dei “nonni” di Mabilia (Valerio Rondena e Danilo Parini) e della Carmela (Maurizio Albè in versione maschile, con gli stessi tratti inconfondibili della “nipote”).

Per l’Italia la guerra è finita... per Teresa comincia adesso! Ma le basterà poco per rendersi conto che ha già nostalgia della sua vita di tutti i giorni, e del suo Giovanni. Ci vuole il tradizionale siparietto finale, con la razionalità e il giudizio della Mabilia, per accendere ancora una volta, grazie ai Colombo, i riflettori sui valori della famiglia, della necessità di parlare e non lasciarsi isolare dalla tecnologia, per imparare a volersi bene davvero. Oltre due ore di spettacolo, che preludono al sempre emozionante gran finale, per ricordare che, nonostante i problemi e le difficoltà della vita, “non ci resta che ridere!”.

I biglietti sono in vendita su Ticketone: https://www.ticketone.it/event/i-legnanesi-ridere-teatro-del-vittoriale-13920909/

Per informazioni: www.vittoriale.it

 

«Flower Power» è un concerto-omaggio ai festival di Woodstock e dell’isola di Wight, che si svolge all’alba di lunedì 2 agosto alla spiaggia dei Sabbioni. Inizio alle ore 6.

Una delle attenzioni che contraddistinguono l’operato della Direzione regionale Musei Lombardia è rivolta all’accessibilità: solo attraverso il superamento delle barriere architettoniche, cognitive e sensoriali è possibile garantire la piena fruibilità del patrimonio culturale a tutti i visitatori.

 

È in tale ottica che, nel corso degli ultimi mesi, il personale di accoglienza e vigilanza ha ricevuto una formazione specifica promossa dalla Fondazione Paideia al fine di promuovere la cultura dell’accoglienza e dell’inclusione, dal punto di vista innanzitutto relazionale e comunicativo, dei visitatori con disabilità.

All’interno di questo quadro complessivo, a partire dallo scorso autunno è stato avviato alla Villa Romana di Desenzano del Garda il progetto educativo Storie di Passioni, in collaborazione con la Cooperativa Sociale Agespha Onlus di Bussolengo (VR) e incentrato sul tema della casa. Il fine è quello di facilitare l’integrazione delle persone con disabilità in tutti i campi della vita sociale, favorendone il pieno sviluppo e l’autonomia da un punto di vista non soltanto fisico ma anche cognitivo e quindi culturale.

 

L’area archeologica della Villa ha aperto le sue porte a tre donne, Roxana, Erica e Giovanna, che hanno trovato qui un ambiente di dialogo, confronto e partecipazione. Le tre protagoniste convivono nell’appartamento semi-protetto Iris, frutto di un progetto di inserimento per la disabilità lieve della Cooperativa Sociale Agespha che ha come finalità l’accoglienza e la gestione di una vita quotidiana e sociale autonoma.

Vivere la casa è un’esperienza che coinvolge le ragazze in prima persona, ma diventa anche l’occasione di confrontarsi con la vita casalinga ai tempi della Villa e di scoprire la quotidianità dei suoi antichi proprietari.

Il progetto si sviluppa su un parallelismo tra presente e passato attraverso tre tematiche individuate delle ragazze stesse sulla base delle loro inclinazioni e passioni.

 

Roxana ama la musica: ha portato in Villa la sua chitarra e ha suonato nello spazio silenzioso e privato del viridarium, dove in antichità si sentiva il solo rumore dell’acqua del ninfeo. In Villa ha scoperto i mosaici che raffigurano strumenti e il significato che veniva attribuito alla musica.

Erika ha scelto il tema della bellezza e della cura di sé. Lo spazio dedicato a questo erano le terme. Anche gli uomini e le donne del passato erano attenti al loro aspetto e avevano una trousse molto simile alla sua.

Giovanna, invece, preferisce stare in salotto, rilassarsi, guardare la televisione o ascoltare la radio. Il triclinium era il luogo della Villa in cui i proprietari accoglievano ospiti e offrivano loro un ricco banchetto, consumato da sdraiati e accompagnato da musica, danza e spettacoli.

Obiettivo del progetto è stato quello di rendere il museo un luogo familiare, di cui tutti abbiamo responsabilità. Ma un’altra finalità è stata quella di fare del percorso museale occasione per sostenere la creatività, l’autonomia, la socialità e la collaborazione, accrescendo nello stesso tempo la consapevolezza di quanto sia articolata la società in cui vivono.

Avviato nel corso del mese di maggio, Storie di passioni si concluderà venerdì 30 luglio con una serata dedicata. Le protagoniste avranno modo di raccontare la loro esperienza e di condividere con il pubblico uno sguardo nuovo sulla Villa Romana, seguendo il filo rosso delle “passioni” che gettano un ponte tra la quotidianità di oggi e quella del passato.

L’incontro segnerà un compimento ma anche un nuovo inizio: il progetto vuole essere un modello replicabile e segnare lo stile di altre azioni future dei musei afferenti alla Direzione regionale.

Il progetto Storie di passioni aderisce alla IX Edizione della Biennale Arteinsieme 2021 – Cultura e culture senza barriere, promossa dal Museo Tattile Statale Omero – TACTUS Centro per le Arti Contemporanee, la Multisensorialità e l’Intercultura, in collaborazione con la Direzione Generale Educazione, Ricerca e Istituti Culturali – Servizio I – Centro per i Servizi Educativi (Sed), e con Direzione Generale Creatività Contemporanea e la Direzione Generale Musei – Servizio II – Sistema Museale Nazionale del Ministero della Cultura.

 

 

Il Comune di Lonato del Garda organizza tre serate magiche dedicate alla musica e all’illusionismo nella suggestiva cornice del Parco della Rocca visconteo-veneta.

Domenica 25 luglio avranno luogo le operazioni di disinnesco e brillamento della bomba d’aereo della seconda guerra mondiale rinvenuta in località Sdruzzinà ad Ala.

Lunedì 19 luglio in Rocca Ernesto Anderle presenta il libro «Hedera» (Becco Giallo, 2021), scritto con Nicolò Targhetta, Irene Bruno e Eugenio Belgrado, e altre sue storie illustrate.

La campagna contro il Covid-19 procede con buoni risultati a Manerba del Garda, ma l'amministrazione comunale intende estendere ulteriormente la platea di persone protette dalla pandemia, invitando i cittadini non ancora vaccinati a prenotare la vaccinazione.

Farmacisti e albergatori bresciani insieme per un turismo a prova di covid: Federfarma Brescia e Federalberghi Brescia hanno siglato una convenzione che prevede la possibilità, sia per gli ospiti sia per il personale delle strutture ricettive bresciane, di effettuare tamponi rapidi (extra Servizio sanitario regionale) nelle farmacie convenzionate a prezzi calmierati. Non solo, grazie alla collaborazione i farmacisti bresciani si sono resi disponibili a consegnare, negli alberghi e nelle strutture ricettive aderenti, anche i farmaci, in caso di specifiche necessità degli ospiti.

La ripartenza del turismo nel Bresciano, così come in tutta Italia, passa anche attraverso la capacità di offrire servizi di qualità in ambito sanitario e per la sicurezza anti-covid, semplificando la gestione delle procedure. È da questo presupposto che è nata la collaborazione tra Federfarma e Federalberghi Brescia, attraverso la quale tutti gli ospiti delle strutture ricettive bresciane, sia italiani sia stranieri, hanno la possibilità di effettuare i tamponi rapidi (extra Servizio sanitario regionale) direttamente nella farmacia più vicina e a un prezzo calmierato, ricevendo l’esito e il relativo certificato nel giro di pochi minuti, se richiesto anche in lingua inglese. La stessa cosa vale per il personale dipendente o stagionale degli alberghi, scelta che permette anche d’incentivare la prevenzione dei contagi e programmi volontari di controllo periodico da parte degli albergatori.

 

L’intesa tra le due associazioni prevede anche un servizio aggiuntivo, che nell’ultimo anno e mezzo, a causa della pandemia, ha preso piede e che oggi potrebbe essere un plus nell’offerta alberghiera. ovvero la consegna al domicilio (in albergo) di farmaci e generi di prima necessità.

“La sfida oggi è prevenire la diffusione dei contagi e sostenere la ripartenza economica, turismo compreso - dichiara la presidente di Federfarma Clara Mottinelli -: le farmacie sono pronte a fare la loro parte, mettendosi a disposizione come presidio del sistema sanitario, forti di una distribuzione capillare. Si tratta di un servizio utile soprattutto nelle località di vacanza medio-piccole come le nostre, dove una farmacia è sempre presente, e soprattutto per gli stranieri, per i quali non è sempre facile sapere dove sono le strutture sanitarie vicine, mentre la croce verde è ben riconoscibile, con orari d’apertura estesi. L’iniziativa conferma inoltre  l’importanza della farmacia dei servizi”.

 

Con questa convenzione Federalberghi Brescia rafforza l’impegno per alzare il livello di sicurezza nelle strutture ricettive della provincia, in cui si concentra una fetta significativa dei soggiorni turistici italiani, e la sua attenzione all’accoglienza: “Il nostro accordo - aggiunge il vicepresidente di Federalberghi Alessandro Fantini - ci consente di offrire condizioni economiche di favore per effettuare lo screening anti covid, applicando grazie a Federfarma Brescia un venti per cento di sconto rispetto alle tariffe presenti nelle farmacie, supportando la ripartenza delle attività economiche del turismo. Speriamo che l’iniziativa possa avere successo, perché la sfida della ripartenza la vinciamo tutti insieme: fare squadra è un valore aggiunto per tutti”.



«Nella rete della modernità. Esperienze artistiche tra le Alpi e il lago di Garda» è il titolo della nuova mostra temporanea del Mag, il Museo Alto Garda.

Il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia è stato al Vittoriale degli Italiani per una visita privata con il Presidente Giordano Bruno Guerri. Con il Ministro, l'assessore lombardo all'Autonomia e Cultura Stefano Bruno Galli, l’Onorevole Simona Bordonali e la Consigliera Comunale di Brescia Melania Gastaldi.

Di seguito la dichiarazione del Ministro Garavaglia al Vittoriale degli Italiani:

"Quando sono nato, proprio in quell’anno, gli studenti di mezzo mondo andavano in piazza con lo slogan “immaginazione al Potere”. L’immaginazione al potere, inteso come rifiuto del modello vigente, lo aveva applicato molti anni prima Gabriele d’Annunzio.  Toccare con mano, appagare lo sguardo con il Vittoriale, sono la rappresentazione plastica dell’idea resa famosa da Marcuse, ma che d’Annunzio ha anticipato nei gesti e nella letteratura cinquant’anni prima”.

 

 

Il paese benacense si prepara all'estate con un'offerta molto varia di manifestazioni, dalla musica al cinema, dalla cultura all'intrattenimento. Novità anche per il trenino turistico.

 

La data centrale sarà il 18 luglio per la Festa del Lago, che vedrà protagonista il porto di Portese con l'Associazione dei Marinai, il pesce di lago, lo street food, la birra artigianale sanfeliciana, il tutto accompagnato dalla musica pop italiana.

Tornano per i venerdì sera anche le “Notti Felix” in piazza municipio con la musica dal vivo e per l'ultimo week end del mese (30 e 31 luglio più 1 agosto) arriva l'attesissimo “Jazz Festival”, che vanterà artisti di fama nazionale e internazionale.

Inoltre, il servizio del trenino turistico amplia la tratta, grazie alla coincidenza alla fermata Convento della Provinciale 39, con il trenino del Comune di Manerba, confermando la collaborazione stretta tra le due realtà. Tra l'altro il sabato, in occasione del mercato settimanale salodiano, la sosta si è spostata alla fermata Due Pini, ancora più in prossimità dell'ingresso ai banchi commerciali. Tariffe: gratuito per bambini sotto i 6 anni, per gli over 70 e per i disabili. Tariffa speciale 1,50 euro per i residenti, 2,50 euro per tutti gli altri passeggeri. Tariffa andata/ritorno della tratta San Felice - Manerba: 4,00 euro.

Nasce infine il 1 Luglio la pagina Facebook dell'Info Point dell’Amministrazione Comunale di San Felice del Benaco. Lo strumento è concepito come un aiuto alla cittadinanza e ai numerosi ospiti stranieri e si affianca allo sportello, ai programmi e materiali cartacei, al sito istituzionale e allla pagina Facebook ufficiale del Comune di San Felice del Benaco. Offrirà informazioni e promozione del territorio circa attività, manifestazioni, logistica e servizi, per assecondare le richieste e le necessità degli utenti.

“Il progetto turistico dell'amministrazione è in continuo divenire - spiega Isabel Riz, consigliere al Turismo - con percorsi intesi a favorire la crescita del turismo sostenibile, di prossimità e straniero, sempre più attento e attirato dalle caratteristiche tipiche dei nostri centri storici, delle nostre spiagge e realtà turistiche e culturali. Per l'estate il programma è stato pensato per abbracciare un pubblico vario, attraverso manifestazioni diverse, ma sempre di interesse e di condivisione, che toccano tutte le frazioni del paese, promuovendone i luoghi e i tratti più significativi. Ci attende una stagione all'insegna di una ripresa della socialità, fitta di eventi, tutti pensati e organizzati nella massima serenità e sicurezza”.

Inizio emozionante e promettente per il programma “Callas 1923-2023” varato dal Comune di Sirmione per celebrare la cantante lirica definita “la divina” che per sei anni, dal 1952 al 1958, dopo il matrimonio con Giovanni Battista Meneghini, trascorse le vacanze estive proprio nella residenza di famiglia, nella penisola di Sirmione. L’altra sera, nell’ora magica del tramonto, alle Grotte di Catullo, al prato denominato “la pelosa”, si è svolto un applauditissimo recital lirico. Chiara Isotton (soprano) e Simone Frediani (tenore) hanno interpretato alcune celebri arie dalla Madama Butterfly e dalla Turandot di Puccini. Opere che fecero rifulgere la bravura canora e interpretativa della Callas. Ad accompagnarli è stata l’orchestra Virgilio Ranzato diretta dal maestro Jacopo Rivani. La serata – intitolata “L’Oriente di Maria. La divina emozione” - è stata condotta da Fabio Larovere, a fare gli onori di casa il sindaco Luisa Lavelli e l’assessore Mauro Carrozza. Interpreti e orchestra hanno dato vita a interpretazioni di grande carica espressiva, sottolineata dalla bellezza della location e dal gioco di luci fra tramonto, imbrunire e prime tenebre notturne rischiarate dalle luci del lago e da una magnifica luna rossa che ha fatto la sua apparizione nel finale. Il concerto è stato ripreso e sarà trasmesso da Sky Classica. Il Comune di Sirmione ha varato un programma triennale che, dopo il concerto di sabato, prevede una importante mostra fotografica e di cimeli della Callas nel centralissimo palazzo a lei intitolato. La conclusione sarà nel 2023, centenario della nascita della “divina”. Ma già il debutto del progetto ha convinto il folto pubblico presente alle Grotte di Catullo.

Odoardo Resti

Novità alla Fondazione Ugo da Como di Lonato. Nuove importanti proposte con cui la Fondazione Ugo Da Como di Lonato del Garda accoglie i visitatori dopo le forzate chiusure per il lockdown: il restauro della Galleria nella Casa del Podestà in seguito al quale sono stati definitivamente attribuiti a Girolamo Romanino i tre monumentali strappi da affresco raffiguranti Capitani di ventura, la Sala immersiva nella Rocca (che avvolge a 360° i visitatori con straordinarie immagini del castello, della Casa del Podestà e dei vicini comuni del basso Garda e dei colli mantovani) e le visite virtuali  al complesso della Fondazione Ugo Da Como con occhiali Artglass, che coinvolgono i visitatori in un viaggio nel tempo e nello spazio, facendo loro scoprire la storia delle collezioni di Ugo Da Como, degli esemplari più particolari del museo ornitologico e la vita quotidiana nella Rocca al tempo di Isabella d'Este Gonzaga, con ricostruzioni in 3D di alcuni luoghi particolari del castello.

Nel corso dell’inaugurazione, hanno preso la parola il Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Brescia e Bergamo Luca Rinaldi, l’Assessore all’Autonomia e Cultura della Regione Lombardia Stefano Bruno Galli, il Presidente della Provincia di Brescia Samuele Alghisi, il Vice Sindaco di Lonato del Garda Monica Zilioli, l’ Amministratore Delegato Green UP  Flavio Raimondo.

A fare gli onori di casa, il Presidente della Fondazione Ugo Da Como Antonio Porteri con il Direttore Giovanna Nocivelli.

 

 

L'Amministrazione mette a disposizione 60.000,00 Euro per investimenti sul territorio, in condivisione con le proposte degli operatori turistici.

Grazie a diverse attività messe in atto dall'Amministrazione Comunale, coadiuvate dagli Assessori Marco Baccolo, Bruno Baldo e dalla Consigliera Isabelle Riz, si è ottenuto, dalla tassa di soggiorno, un avanzo di bilancio vincolato pari a circa 60.000,00 €, che saranno completamente utilizzati per l'area turismo.

In osservanza agli impegni presi in campagna elettorale con la cittadinanza, l’Amministrazione vuole quindi investire le suddette risorse in condivisione con gli operatori turistici, che sono stati invitati a presentare uno o più progetti strutturali diventando così parte attiva nell'elaborazione della strategia degli investimenti.

“Dopo i mesi difficili che abbiamo affrontato per l'emergenza sanitaria che ci ha colpiti, si inizia a intravedere la luce in fondo al tunnel. Siamo tutti logorati dalla prova che abbiamo e stiamo ancora affrontando, ma è questo il momento per ritrovarsi untiti e decisi e iniziare a strutturare una nuova ripartenza, con basi solide e condivise con le realtà turistiche sanfeliciane. Questo il punto di partenza con cui vogliamo intraprendere il nostro percorso dedicato alla rivalutazione turistica e territoriale, con le sue straordinarie peculiarità, che vanno difese e valorizzate.”, ha spiegato Isabelle Riz, Consigliera al Turismo.



Riapre ufficialmente questo fine settimana il mitico "Rimba". Il Rimbalzello di Gardone Riviera, un leggenda delle estati gardesane. Tutto a norma di legge, con distanziamenti, QR code per gli ordini al bar, il tutto per evitare assembramenti e dare l'opportunità di godersi il lago in tutta serenità.

Chiusura con il botto per il progetto “Brescia Bella. Itinerari a sei corde”, voluto dalla Fondazione ASM e dall’Associazione Brescia Buona costituita da nove cooperative sociali (Alborea, Anemone, Articolo 1, Big Bang, Clarabella, Co.Ge.S.S., La Cascina, La Mongolfiera, Fraternità Impronta) attive in provincia di Brescia nell’ambito della ristorazione e dell’accoglienza solidale per favorire l’inserimento e la permanenza nel mondo del lavoro di persone svantaggiate.

Nei primi tre mesi del 2021 la denominazione Lugana (emblema del lago di Garda) è cresciuta, un significativo aumento a doppia cifra che si è registrato sia per gli imbottigliamenti (+ 11,25%), che per i prezzi: +23% per l’uva e addirittura un +69% per il vino sfuso (fonte: CCIAA Verona rispetto al primo trimestre 2020). Il calo del rapporto tra giacenze alla fine di marzo e imbottigliato nei 12 mesi precedenti dà un quadro ottimistico della performance della Denominazione che ha convinto il Consorzio di Tutela a deliberare lo sblocco del 50% del vino sfuso attualmente posto a stoccaggio. La proposta ha riscosso il parere favorevole delle Regioni Lombardia e Veneto, ed ha quindi permesso di rendere disponibili circa 8.900 ettolitri di vino alla filiera di produttori di Lugana DOC.

“Se hai un giardino e una biblioteca non ti mancherà nulla”, questo motto tanto caro al senatore Ugo Da Como si comprende appieno quando si accede allo spazio verde posto a sud della Casa Museo del Podestà a Lonato del Garda (Bs), scrigno che custodisce il prezioso patrimonio librario della Fondazione Ugo Da Como. Da qui partono sabato 22 e domenica 23 maggio, alle 15.00, piacevoli passeggiate in compagnia di una guida naturalistica fra i giardini della Casa del Podestà e il parco della Rocca, che portano alla scoperta della flora e della fauna del complesso monumentale della Fondazione Ugo Da Como.

Cento anni di storia del Vittoriale degli Italiani. L’incantevole sogno. In occasione del centenario 1921-2021, il volume che per la prima volta ripercorre un secolo della casa di Gabriele d’Annunzio. Con un saggio introduttivo di Giordano Bruno Guerri.

La casa si trasforma. La pace è perfetta. Bisogna proteggerla, con queste parole scritte in una lettera a Tom Antongini suo segretario da molti anni, d’Annunzio parla del Vittoriale.

Cento anni del Vittoriale degli Italiani: è il 1921 quando d’Annunzio, dopo le imprese di Fiume, sceglie come sua nuova casa, innamorandosene, questa dimora di pace immersa nel verde. Una villa di origini settecentesche posta in località Cargnacco (contrada di Gardone Riviera), affacciata sul Lago di Garda e appartenuta a Henry Thode, illustre studioso d’arte tedesco cui era stata sequestrata dal Governo italiano come risarcimento dei danni di guerra, che verrà trasformata dal Poeta, insieme all’architetto Giancarlo Maroni, nella sua ultima e grandiosa opera d’arte.

“Chiedo a te la ossatura architettonica” scrisse il Vate a Maroni “ma mi riservo l’addobbo – da tappezziere incomparabile. Desidero di inventare i luoghi dove vivo”.

E così inizia la storia di questa casa, divenuta negli anni un punto di riferimento della cultura italiana. Per la prima volta, un volume ripercorre integralmente la storia del centenario di questo luogo iconico. Un racconto, curato da Valentina Raimondo, sviluppato in due parti: la prima dedicata agli anni in cui la villa e i suoi dintorni sono trasformati dagli interventi del Poeta; la seconda con la storia della Fondazione del Vittoriale degli Italiani che ha tutelato nel corso del tempo il complesso monumentale, istituita per volontà dello stesso d’Annunzio nel 1937.

E proprio all’attuale Presidente, Giordano Bruno Guerri, si deve il prezioso saggio introduttivo: una sottile analisi della controversa figura del Vate, che si fonde e incrocia a quella della sua ultima dimora, condotta attraverso l’esperienza di oltre dieci anni di operato che, con il progetto rinominato Riconquista, hanno riportato il Vittoriale ai suoi splendori originari.

Cento anni di storia del Vittoriale degli Italiani

L’incantevole sogno

di Valentina Raimondo

Silvana Editoriale

Pagine: 224

Prezzo: 25 €

Libreria: 20 aprile 2021

*Valentina Raimondo, assegnista di ricerca presso l'Università degli studi di Bergamo, è una studiosa di arte italiana del XX secolo con una particolare attenzione per la scultura. Ha collaborato con gli Archivi Guttuso, l’Archivio Severini Franchina, la Fondazione Helenita e Aligi Sassu e la Fondazione Giorgio Cini. Ha studiato i rapporti fra Gabriele d’Annunzio e alcuni degli artisti che hanno lavorato per lui, pubblicando saggi su Guido Marussig e Adolfo de Carolis. Di quest’ultimo ha curato il carteggio con il Vate.

 

Pubblichiamo la lettera indirizzata al Presidente della Provincia di Brescia Samuele Alghisi per chiedere un intervento urgente sulla Strada della Forra. Un
invito quello dell’Assessore regionale Alessandro Mattinzoli e della Consigliera regionale Claudia Carzeri, Presidente della V Commissione
Territorio e Infrastrutture, per dare la massima disponibilità istituzionale e raggiungere un obiettivo comune: il ripristino della SP38.

Un nuovo modo di esplorare i luoghi della cultura gardesani, anche a distanza. Come?
Con l’app “1, 2, 3 Musei del Garda”, voluta dalla Direzione regionale Musei Lombardia e sviluppata da Ett S.p.A. L’app, scaricabile gratuitamente dagli store Android e IOS, guida il visitatore alla scoperta di tre siti della Direzione affacciati sul celebre lago: il Castello Scaligero e le Grotte di Catullo a Sirmione e la Villa Romana a Desenzano del Garda.

Per ogni museo sono stati predisposti percorsi diversi per durata e tipologia, arricchiti da approfondimenti testuali e video, gallerie fotografiche e immagini a 360°, esperienze in realtà aumentata e giochi interattivi per i più piccoli.

Ideata come strumento di accompagnamento alla visita, l’app offre – ora che i nostri musei sono nuovamente chiusi – la possibilità di conoscerli e di avere anche una anticipazione virtuale delle loro caratteristiche uniche: la vista spettacolare dal mastio del Castello, la grandiosità delle Grotte protese sul lago; la raffinatezza inventiva nei mosaici della Villa... Il download è strutturato in diverse fasi, così da aiutare nella scelta dei contenuti più adatti alle proprie esigenze, evitando di appesantire la memoria di cellulare o tablet. Coerentemente con gli indirizzi della Direzione regionale Musei della Lombardia la app vuole parlare a pubblici diversi: è in 6 lingue (italiano, inglese, tedesco, spagnolo, francese e russo), con descrizioni nella duplice versione per ascolto o lettura, itinerari per persone con difficoltà motorie, percorsi per le famiglie. Uno strumento immaginato come supporto prima, durante e dopo la visita, che ora diventa anche l’ambasciatore dei nostri musei presso i visitatori che siamo pronti a riaccogliere.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.musei.lombardia.beniculturali.it

Lago di Garda in lutto per la scomparsa di Luigi Alberti dal 2019 presidente del Consorzio Garda Lombardia. Alberti aveva 74 anni. Era conosciuto per il suo impegno e per la passione che dedicava al "suo" lago. Cordoglio è stato espresso da molti che lo hanno conosciuto e apprezzato per le sue qualità di uomo pratico e autentico. E' stato un estimatore del Garda e un uomo in prima linea per la difesa dei valori dell'ospitalità.

L’Associazione culturale GardaMusei ha trasformato il difficile anno appena trascorso in un’opportunità per rinnovarsi, digitalizzarsi e iniziare il 2021con progetti innovativi.

Il futuro del turismo nei borghi è già ravvisabile nei cambiamenti globali in atto.Il turismo dei borghi è un argomento di grande attualità anche per la Valsabbia e il Garda.

Le nuove restrizioni imposte in provincia di Brescia in seguito all’aumento dei casi di Covid hanno decretato al chiusura anche di tutti i musei gardesani della sponda bresciana. Anche il Vittoriale di Gardone Riviera ha dovuto chiudere i battenti. Una situazione che preoccupa, anche il Vittoriale ha avuto seri danni dagli stop imposti dalla pandemia, ma il suo presidente Giordano Bruno Guerri non si perde d’animo.

 

«Lo scorso fine settimana abbiamo avuto 700 visitatori. Lo scorso al 23 febbraio avevamo accolto 17.687 visitatori, quest'anno sono stati 3.445. Abbiamo già rimandato la festa del 13 marzo. Certo, se si potrà riaprire per Pasqua, la ripresa sarà fortissima, anche perché il Vittoriale è al suo massimo. Tutti i lavori di restauro sono terminati».

 

 

Il Vittoriale è riaperto al pubblico. Dal 1º febbraio 1921 Gabriele d’Annunzio si stabilisce nella villa di Henry Thöde, che nei diciassette anni successivi trasformerà nella sua dimora inimitabile. A cent’anni da questo evento si ricorda che il Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera può essere visitato.

Novità in vista per la Capitale del Garda: tra Piazza Malvezzi e via Achille Papa sono state appese luminarie a forma di cuore mentre in Piazza Cappelletti è stato posizionato, e resterà fino a metà marzo, un “heart selfie point” alto quasi 3 metri, circondato dall’impagabile cornice offerta dal nostro lago.

Riapertura prevista per giovedì 18 febbraio: a breve grandi iniziative per rendere sempre più attrattivo uno dei punti di riferimento della Città. Desenzano e la Lombardia sono in zona gialla: i luoghi della cultura possono dunque riaprire, come da Dpcm del 14 gennaio, nel rispetto rigoroso delle normative anti Covid. 

Il turismo del Garda bresciano rischia un'altra botta da mezzo miliardo di euro: a tanto ammontano le perdite (stimate) per l'anno 2020, quando le presenze di fatto si sono dimezzate per la pandemia (da 8 a 4 milioni), circostanza che potrebbe ripetersi, forse in peggio, anche nel 2021.

Riceviamo e pubblichiamo.

Via libera ai bandi regionali per la rigenerazione urbana e dei borghi antichi. Nel merito è intervenuto il vicecapogruppo della Lega al Pirellone, Floriano Massardi.  

“Si tratta di bandi molto importanti – spiega Massardi – con uno stanziamento economico ingente, frutto di un encomiabile sforzo da parte di Regione Lombardia. Sono previsti interventi su aree e immobili di proprietà pubblica e di pubblico interesse, oltre a opere di riqualificazione urbana e territoriale dei borghi antichi. L’agevolazione andrà a configurarsi come un contributo a fondo perduto, fino al 100%. L'investimento minimo previsto per ciascuna istanza di contributo è di 100.000 euro. Il contributo massimo concedibile per beneficiario singolo o in forma associata sarà invece di 500.000 euro.

Questa misura si inserisce nel solco del più ampio ventaglio di bandi dedicati alla ripresa e al sostegno economico per il futuro post emergenziale da Covid19, mirando al concreto recupero e abbellimento del nostro territorio. Regione Lombardia dimostra ancora una volta di guardare al futuro con lungimiranza. Vogliamo rendere più vivibile e attrattivo il nostro territorio anche in ottica di turismo culturale, nonché dare il via a processi virtuosi di recupero urbano che avranno un impatto positivo anche sulla ripresa economica. La Lombardia dimostra ancora una volta il grande amore per il  proprio territorio” conclude Massardi.

 

 

Il 28 gennaio 1921 Gabriele d’Annunzio andò a visitare la villa di Cargnacco (contrada di Gardone Riviera) appartenuta a Henry Thode, illustre studioso d’arte tedesco cui era stata sequestrata dal Governo italiano come risarcimento dei danni di guerra. Tre giorni dopo, il 1° febbraio, d’Annunzio l’affittò, per acquistarla definitivamente il 31 ottobre e renderla, con l’aiuto dell’architetto Gian Carlo Maroni, il monumento a memoria della sua “vita inimitabile” di poeta-soldato e delle imprese degli italiani durante la Prima Guerra Mondiale. Nel 1923 l’avrebbe donata allo Stato e dunque agli italiani.

 

Per onorare questa memoria, contro le avversità del 2020 appena concluso, il Presidente Giordano Bruno Guerri e tutta la Fondazione del Vittoriale hanno lanciato la loro significativa “sfida all’afflizione”: fino agli ultimi giorni dell’anno, i cantieri hanno continuato a lavorare freneticamente, per concludere il decennale progetto di “Riconquista” e far trovare ai visitatori, nell’anno del centenario, un Vittoriale del tutto restaurato e aperto in ogni suo luogo, come il Vate lo voleva.

 

Tappa fondamentale di questo percorso è stata il completamento dell’Anfiteatro, inaugurato nella sua nuova veste nel luglio 2020: interamente rivestito in marmo rosso di Verona, il Parlaggio rappresenta ora il degno palcoscenico sul lago di Garda che d’Annunzio aveva progettato con l’architetto Gian Carlo Maroni, senza riuscire a vederlo realizzato. E ancora, ha preso finalmente il via la realizzazione, presso il Casseretto, del nuovo Museo Maroni.

 

Il 2021 sarà dunque anno di festeggiamenti, ma anche, e soprattutto, di ripartenza: a Riconquista compiuta, infatti, il lavoro non è certo finito. C’è ancora parecchio da fare e da costruire per onorare un monumento nazionale che ha ancora tanto da raccontare. Il centenario verrà celebrato in molti modi, primo tra tutti, con l’offerta dell’ingresso gratuito al Parco agli operatori sanitari – medici, infermieri, personale amministrativo e di servizio - che verranno da ogni parte d’Italia.

 

Le nuove iniziative accompagneranno i visitatori lungo questo importante anniversario, che già guarda al futuro da un buon trampolino di partenza: dai 279.328 del 2019, il Vittoriale ha chiuso un anno difficile con 113.700 visitatori.

 

Così il Presidente Giordano Bruno Guerri: “Un secolo è un’età bambina, per un monumento nazionale che ha superato indenne la Seconda guerra mondiale e che supererà anche questa prova, verso un futuro enormemente più lungo del suo passato. Ripartiamo da 100”.



Anche i musei e le mostre d’arte sono stati gravemente colpiti dall’emergenza covid 19. Secondo un rapporto dell’ICOM del mese di maggio, a livello mondiale i musei hanno dovuto ridurre (o comunque modificare) di un decimo le loro attività. È di fondamentale importanza studiare forme di modalità solidale per sostenere anche le attività dei musei, da sempre impegnati a promuovere la cultura, l’arte e la bellezza, anche perché i musei contribuiscono in maniera determinante alla valorizzazione dei territori all’interno dei quali sviluppano la propria attività.

 

Alla luce di queste premesse, nel territorio bresciano, la Fondazione Ugo Da Como,  la Fondazione Castello di Padernello, la Fondazione Luciano Sorlini hanno deciso di avviare una alleanza virtuosa e proficua per unire le forze e comunicare la loro specialissima resilienza.                           

 

Nessuna preclusione per accogliere altri musei interessati alla proposta. Sino al 31 dicembre 2021, i visitatori che porteranno con sé il biglietto acquistato alla Casa Museo di Ugo Da Como / Rocca di Lonato o al Castello di Padernello o al MarteS di Calvagese della Riviera potranno usufruire dell’ingresso ridotto per la visita alle altre due realtà museali.

La Fondazione lonatese gestisce le proprietà che furono di Ugo Da Como (1869-1941), collocate all’interno di un notevole complesso monumentale che comprende la Rocca di Lonato e la casa-museo del Senatore. Qui ha sede una biblioteca di rarità con oltre 50.000 volumi antichi e rari – tra cui il libro più piccolo al mondo – databili a partire dal XII secolo. La Rocca di Lonato, monumento nazionale dal 1912 è una delle fortezze più estese della Lombardia e all’interno si gode una vista straordinaria sull’intero bacino del Lago di Garda.

La Fondazione Castello di Padernello gestisce il Castello di Padernello in un piccolo borgo della bassa bresciana, frazione del comune di Borgo San Giacomo. Si tratta di un maniero del Quattrocento – dimora della nobile casata dei Martinengo – circondato da un fossato,  che ha attraversato epoche e storie per diventare una villa signorile di cui possiamo godere la bellezza entrando da un ponte levatoio ancora funzionante. Un viaggio nelle diverse epoche: ci si può meravigliare con i soffitti affrescati, con le cucine databili tra il ‘400 e il ‘500, lo scalone settecentesco e molto altro. Qui si racconta la leggenda dalla Dama Bianca, fantasma di Biancamaria Martinengo. Si narra che Biancamaria Martinengo sia morta a 14 anni cadendo dalle mura del maniero per seguire la magia luminosa delle lucciole. Si dice che ogni 10 anni torni nel salone d’onore del Castello di Padernello, vestita di bianco e con in mano un libro d’oro, contenente un segreto.

 

Passeggiando appena fuori dal maniero, a piedi o in bicicletta, si scopre nel bosco il Ponte di San Vigilio, un’opera d’arte in natura composta di legno di castagno da Giuliano Mauri. Il ponte naturale ha fatto riemergere l’antica strada romana che collegava il castello al paese, la quale era stata sommersa dal bosco e che ora è perfettamente integrata in esso.

La Fondazione Sorlini gestisce il MarteS ovvero il Museo d’Arte Sorlini a Calvagese della Riviera (Brescia). All’interno di un tipico palazzo bresciano del Seicento è custodita la straordinaria collezione privata composta dagli oltre 180 dipinti acquisiti, grazie a una grande passione per la pittura antica veneta e veneziana, dall’imprenditore bresciano Luciano Sorlini (1925-2005). La Pinacoteca comprende opere di Tiepolo, Canaletto, Ricci, Rosalba Carriera, Guardi. Non mancano anche opere di Bellini, Bramantino, Savoldo e altri ancora che faranno la gioia dei visitatori.

 

Ricordiamo che:

 

-       la Casa Museo di Ugo Da Como è aperta tutta la settimana, dal lunedì alla Domenica, su prenotazione. Le visite, della durata di 45 minuti, sono sempre guidate e partono ogni ora, dalle 10, con ultima partenza alle ore 17. L’accesso alla Rocca (aperta il sabato e la Domenica e tutti gli altri giorni solo su prenotazione) è invece con visita libera. Il biglietto intero (per la Rocca+Casa di Ugo Da Como e Biblioteca) costa 10 euro, il ridotto per la convenzione in essere costa 8 euro;

 

-       Il Castello di Padernello è aperto dal Martedì alla Domenica. Le visite guidate partono alle ore 10 e alle 15; il sabato alle 10.30, 14.30, 15.30, 16.30; la Domenica alle 10.30, 14.30, 15, 15.30, 16, 16.30, 17, 17.30. Lunedì chiuso. Il biglietto intero è di 7,50 euro, il ridotto per la convenzione in essere costa 5 euro;

 

-       il MarteS è aperto il sabato e la Domenica, su prenotazione. Le visite, della durata di 45 minuti, sono sempre guidate e partono ogni ora, dalle 10, con ultima partenza alle ore 17. Il biglietto intero costa 10 euro, il ridotto per la convenzione in essere costa 8 euro.

 

 Informazioni e contatti:

• Fondazione Ugo Da Como, via Rocca, 2 Lonato del Garda (BS), Tel. 030 9130060, indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  
 

 

• Fondazione Castello di Padernello, via Cavour, 1 Padernello di Borgo San Giacomo (BS)

 

Tel. 030 9408766, indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

• MarteS – Museo d’arte Sorlini, Piazza Roma, 1 Calvagese della Riviera (BS),Tel. 338 613 7225 – 030 5787631, indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Va a Giordano Bruno Guerri, Presidente della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, il Delfino d’oro di Pescara, massima onorificenza cittadina assegnata annualmente a personalità che con la loro attività hanno contribuito a diffondere nel mondo l'immagine migliore della città che diede i natali a Gabriele d’Annunzio. L’attribuzione del riconoscimento è stata annunciata tramite delibera della giunta comunale, e avrà luogo all’Aurum di Pescara nella cerimonia di premiazione tradizionalmente in programma per sabato 10 ottobre, festività di San Cetteo, patrono della città.

L’assegnazione a Giordano Bruno Guerri, a motivo della “straordinaria e preziosissima opera di divulgazione della vita e dell’opera dannunziana e di prestigioso raccordo tra Pescara e il Vittoriale nel segno del Vate”, si situa dunque sulla scia della stretta collaborazione che da tempo vede le due istituzioni alleate nell’attività di promozione e studio della figura e dell’opera di Gabriele d’Annunzio.

Così il Presidente Guerri, a commento del premio: Il mio amore per Pescara, città bellissima e vitale e con enormi potenzialità di crescita, precede nel tempo l’interesse per d’Annunzio: negli ultimi anni si è accresciuto grazie alla collaborazione prima con il sindaco Luigi Mascia, poi con il sindaco Carlo Masci. È un legame solido, come dimostrano la mostra Disobbedisco, attualmente all’Aurum di Pescara, la mia attiva partecipazione al Festival Dannunziano, giunto al secondo anno, e la recente visita al Vittoriale del presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio e del presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri. È anche un legame fruttuoso che nelle nostre intenzioni è destinato a diventarlo sempre di più, con uno scambio culturale e turistico fra l’Abruzzo e l’area del Garda.



Una risposta di alta vita: è quanto dice di aspettarsi Gabriele d’Annunzio nella prosa autobiografica Il secondo amante di Lucrezia Buti, conservata nella raccolta Le faville del maglio. E una risposta vitale è quella che arriva ora dal Vittoriale degli Italiani, in un anno che quanto mai prima ne ha provato la capacità di reagire a sfide nuove e inaspettate.      

Il monumento alla “vita inimitabile” del Poeta reagisce dunque mantenendo fede, di fronte al proprio pubblico affezionato, alla tradizione della festa settembrina, che sabato 26 settembre dalle ore 17.00 darà il via a un nuovo, ricco calendario di attività. Lo farà alla presenza del Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, del Presidente del Consiglio regionale della Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri, dell'Assessore all'Autonomia e Cultura della Regione Lombardia Stefano Bruno Galli, del Sindaco della Città di Pescara Carlo Masci e dell’Assessore alla Cultura e al Patrimonio Unesco della Città di Siracusa Benedetto Fabio Granata, aprendo gratuitamente le proprie porte al pubblico a partire dalle ore 15.oo, inaugurando nuove esposizioni e accogliendo nuovi doni.

Primi fra tutti, quelli dell’artista Ugo Riva, di cui già il Vittoriale conserva alcune opere: a queste si andranno ad aggiungere ora il gruppo scultoreo Chric e Nei sogni di Luce Aida, realizzati appositamente dall’artista e che troveranno casa nel Museo L’Automobile è Femmina.

Sarà invece il MAS a ospitare Daccapo, esposizione degli artisti Ugo Riva, Nicola Nannini, Simone Pasini e Pierantonio Tanzola curata da Giordano Bruno Guerri e realizzata con il contributo di Besharat Art. La mostra, visitabile fino al 22 marzo 2021, rappresenta un ritorno, appunto “daccapo”, al saper fare nella scultura e nella pittura, ma anche all’amicizia e alla solidarietà tra artisti, nuovamente protagonisti della loro stessa opera. Le opere, in un numero limitato, volutamente perché tutte hanno bisogno di spazio per essere intuite e capite, sono profondamente diverse: le unisce la relazione di ciascun artista con il Vittoriale e le sue suggestioni, con Gabriele d’Annunzio e il suo messaggio di bellezza. È il luogo, dunque, a unire le quattro poetiche poste in dialogo tra loro in un percorso ideato da Ugo Riva e che vede le opere di Pasini, una di faccia all’altra, seguite da quelle di Nannini e di Tanzola, tutte in corsa verso la scultura di Riva: un percorso espositivo che si interroga sul passato, sul qui e ora, sul futuro delle nostre presenze.

Giungerà poi a Villa Mirabella, dove sarà ospitata fino all’1 marzo 2021, Tempora Vatis dell’artista contemporaneo Andrea Chisesi. La mostra esporrà 68 tra bozzetti, disegni e opere su tela che raccontano la vita di d’Annunzio, originando dalla scoperta di alcune pagine di giornale risalenti al 1920 sulle pareti dello studio dell’artista, un hotel dell’Ottocento. Completa il percorso la “Stanza segreta”: installazione “a luci rosse” costituita da piccole porte, dietro ciascuna delle quali si celerà una fusione su carta dedicata ai riti amorosi del Poeta e visibile solo attraverso il buco della serratura. Il catalogo della mostra, prodotto da Materiarte con testi di Giordano Bruno Guerri e della curatrice Marcella Damigella, sarà disponibile anche in versione digitale, scaricabile sul proprio smartphone.    

Ancora, nuove e significative donazioni: da Un sogno di Gabriele D’Annunzio: Uno SVA sorvola Miyajima (Giappone), quadro del pittore giapponese Satoshi Dobara, alla Medaglia d’Oro appartenuta al Marinaio Gino Montipò, “il filibustiere del Carnaro”, come lo soprannominò d’Annunzio per i suoi numerosi e provvidenziali interventi durante l’impresa di Buccari, donato dalla nipote Margherita Montipò. Infine, la bandiera tricolore di Buccari custodita finora dall’ANMI – Associazione Nazionale Marinai d’Italia.

A concludere la giornata di festa, la presentazione delle sciarpe del Vittoriale realizzate da Squadra Atlantica, azienda artigianale i cui prodotti, veri e propri pezzi di design, sono progettati come testimonianze e veicoli di narrazione storica, e l’annuncio della vittoria al prestigioso Concorso di Roma 2020 della Medaglia d’Oro per le nuove rose da parte della Gabriele d’Annunzio®, la rosa  voluta dal Presidente Giordano Bruno Guerri e presentata lo scorso anno nell’ambito del progetto culturale L-ODO-ROSA, avviato nel 2019 per la riqualificazione del Roseto del Vittoriale.           
Il Presidente Giordano Bruno Guerri, a commento del premio: "Una rosa che porta il nome di Gabriele d'Annunzio doveva necessariamente essere la più bella e sontuosa. Così la volevamo e l'abbiamo avuta, questo premio ce lo riconosce. Adesso la 'Gabriele d'Annunzio' girerà il mondo e lo conquisterà con il suo splendore, ma tutti potranno goderla anche qui, nei giardini del Vittoriale degli Italiani."

Così il Presidente della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani Giordano Bruno Guerri: Non occorre spiegare a cosa diamo “Una risposta di alta vita”. Reagiamo da forti alla sciagura che ci affligge, portiano a termine i progetti avviati e ne iniziamo di nuovi. Festeggeremo altri doni e soprattutto il futuro, dando avvio ai lavori che annuncio qui. L’Esedra e Piazzetta dalmata, oltre alla facciata della Prioria, verranno riportate all’antico splendore grazie a un investimento generoso e accorto della Regione Lombardia, come già l’ingresso monumentale e il viale d’ingresso: potrete già vedere i primi risultati. Inoltre, grazie a un bando vittorioso della Fondazione Cariplo, avvieremo i lavori per la trasformazione del Casseretto, la casa dell’architetto Maroni, in un museo a lui dedicato. La presenza di ospiti illustri - dalle Alpi alla Sicilia passando per l'amato Abruzzo - conferma l'importanza del Vittoriale nella vita del nostro Paese. Questa è la nostra risposta di alta vita. 

Così il Maestro Ugo Riva: DACCAPO è la presa di coscienza che qualcosa si è lacerato dentro e fuori di noi. La terra non ci sopporta più e lo grida a gran voce. Le diseguaglianze tra ricchi e poveri aumentano a dismisura. Gli ideali e i sogni sono materia da Facebook. L’arte è iperproduzione senza etica ed estetica nella speranza di diventare “brand”. Daccapo sono dieci opere che cercano di ricucire questo taglio. Ci riportano alla bellezza, alla capacità del saper fare, allo stupore degli occhi, al sommovimento dell’anima. Daccapo sono quattro amici intellettuali che tornano a decidere di come e per cosa stare assieme senza intermediari altri.  Daccapo è un segno di vita e speranza. Un invito a cambiare strada per tornare su quella maestra quella che lascia il segno nella storia e sta scolpita a caratteri cubitali sul timpano dell’entrata del Vittoriale: “IO HO QUELLO CHE HO DONATO”. DACCAPO ASSIEME CON RISPETTO GIOIA E QUALITÀ.

Tre giorni di festa, di allegria e di stupore per la bellezza. L’edizione 2020 della mostra botanica di Salò è stata un successo con quasi 75.000 visitatori in tre giorni, il tutto con grande rispetto delle norme anti Covid.Un grande ringraziamento alla Città di Salò che ci ha accolto, all’Amministrazione Comunale e alla Proloco che hanno contribuito in modo fondamentale alla riuscita della manifestazione, a tutti gli operatori del settore che hanno aderito esponendo la propria produzione, agli sponsor che hanno creduto nella manifestazione e ai commercianti che hanno addobbato a tema le loro attività.Sono stati tre giorni intensi in cui Salò ha riscoperto la sua vocazione per la bellezza ed in cui era impossibile non tornare alla propria casa senza un fiore.Gli animali in erba sintetica a grandezza natu-rale, un tappeto verde “in fossa”, il giardino di agrumi sotto la torre dell’orologio e una distesa di fiori su tutto il Lungolago resteranno nella me-moria di tutti noi.L’appuntamento è per l’edizione 2021 che si terrà nel mese di aprile.

 

 

Venerdì 18 settembre alle 21, presso la spiaggia delle Muse, gli insegnanti della scuola civica di musica si esibiranno per la cittadinanza, una modalità originale e coinvolgente per salutare l’inizio dei nuovi corsi di musica. Ingresso gratuito.

 

Spiaggia delle Muse, è tempo di rock! La Scuola Civica di Musica di Sirmione torna ad esibirsi con il concerto della Syrma Teachers’ Band, il gruppo musicale composto dai sette insegnanti di “strumenti moderni” della Scuola Civica di Musica di Sirmione.

Silvia Bertaiola e Denise Dimé alla voce, Stefano Freddi alle tastiere, Riccardo Dolci e Marco Grasselli alle chitarre, Andrea Pinamonte al basso e Diego Zenato alla batteria ci trasporteranno in una serata carica ed emozionante, con un programma musicale all’insegna del pop e del rock, con cover di grandi successi internazionali.

Il concerto, pensato e dedicato alla cittadinanza sirmionese, vuole essere uno slancio verso il “ritrovarsi” grazie il linguaggio universale della musica, segnando anche la ripresa delle attività didattiche e musicali della Scuola Civica di Musica di Sirmione.

Per info su corsi e orari www.musicasirmione.it.

Sabato 5 settembre alle ore 19.30 all’Aurum di Pescara, il Presidente della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani Giordano Bruno Guerri assegnerà l’XI Premio del Vittoriale. La cerimonia di premiazione si svolgerà nell’ambito della Festa della Rivoluzione, calendario di eventi organizzati a Pescara, dal 2 all’8 settembre, in occasione del centenario della Carta del Carnaro.

In ricordo e a onore della passione dannunziana per la cinematografia, segno della visionarietà del poeta nei confronti di un’arte all’epoca nascente, la Fondazione Il Vittoriale degli Italiani assegna il proprio premio annuale a Sergio Castellitto, eccellenza del cinema italiano, cui andrà il celebre cavallo blu di Mimmo Paladino con la motivazione: "Per il suo perfettissimo lavoro di attore e regista, e per avere reso magnificamente sullo schermo la figura di Gabriele d'Annunzio."

Il riconoscimento intende infatti rendere omaggio anche all’interpretazione che Castellitto ha offerto della “vita inimitabile” di d’Annunzio nel film Il cattivo poeta, di Gianluca Jodice, nelle sale dal prossimo 5 novembre. Alla cerimonia di assegnazione del Premio farà seguito, alle 20.30, la presentazione in anteprima di alcune immagini del film, alla presenza dello stesso Sergio Castellitto. 

 

Così il Presidente Giordano Bruno Guerri, a motivazione della scelta: “L’11 era il numero più amato da Gabriele d’Annunzio, e sono felice che l’XI Premio del Vittoriale sia stato assegnato a Sergio Castellitto, un uomo di cultura, prima che un attore, capace di rappresentare tutte le sfumature del carattere italiano e della nostra complessa storia recente.” Il Premio del Vittoriale, istituito nel 2011, è un riconoscimento annuale finora assegnato a: Ermanno Olmi, Paolo Conte, Umberto Veronesi, Giorgio Albertazzi, Alberto Arbasino, Ida Magli, Riccardo Muti, Piero Angela, Samantha Cristoforetti e Marco Bellocchio. Ai vincitori viene donata un’opera di Mimmo Paladino, la riproduzione del cavallo blu che domina l’Anfiteatro del Vittoriale, completato quest’anno con la pavimentazione in marmo rosso veronese, secondo il desiderio di Gabriele d’Annunzio.

 

 

 

Festival Giallo Garda – Sesta Edizione - 2020. Il 10 e 11 ottobre 2020 si chiude la sesta edizione del Festival Giallo Garda. Conto alla rovescia per scoprire il vincitore del Premio Letterario. L’hotel West Garda di Padenghe sul Garda (Brescia), in collaborazione con la Cantina Marsadri – Libreria Bacco di Raffa di Puegnago del Garda, ospiterà la Cerimonia di Premiazione. Sabato 10 e domenica 11 ottobre 2020, l’Hotel West Garda di Padenghe sul Garda, in collaborazione con la Cantina Marsadri – Libreria Bacco di Raffa di Puegnago del Garda, sede ufficiale del Festival Giallo Garda, ospiterà la Premiazione dell’omonimo Premio Letterario che sancisce la chiusura di questa sesta edizione, ricca di successi e di partecipazione.

Si apre sabato 10 ottobre:

alle ore 14:00  Saluto del Presidente. a seguire “Spazio Autori”, durante il quale sarà possibile incontrare a tu per tu i concorrenti finalisti e menzionati del Premio Letterario (Romanzi editi e Romanzi inediti ed e-book) godendo delle degustazioni offerte dal Festival.

 

Saranno presenti (titolo e autore):

 

Il margine della notte – Ferdinando Salamino

 

L'arte sconosciuta del volo – Enrico Fovanna

 

Q.B. – Matteo Colombo

 

Controcanto – Sonia Sacrato

 

Cous cous blues – Dario La Rosa

 

Echi del silenzio – Chuah Guat Eng

 

Grado nell'ombra – Andrea Nagele

 

Il Club dei Pescatori del fiume inesistente – Alberto Zella

 

L'antiquario del Garegnano – Paola Varalli

 

La ballata del Re di Pietra – Fabrizio Borgio

 

Le Tigri e l'Agnello – Antonio Forni

 

L'inverno dentro – Claudio Benazzoli

 

Panamericana – Franco Amato

 

Rose bianche sull'acqua – Erica Gibogini

 

Flavia's end – Claudia Aloisi

 

La gemma del Cardinale De' Medici – Patrizia Debicke

 

33 indagini per Sarti Antonio – Loriano Macchiavelli

 

Padania Blues – Nadia Busato

 

Blu Oltremare – Salvo Di Caro

 

La pazienza della formica – Marina Bertamoni

 

Sono solo coincidenze – Domenico Carpagnano

 

Vasco l'investigacane – Aldo Dalla Vecchia

 

 

alle ore 19:00 Barbara Baraldi, madrina della sesta edizione del Festival, incontra i lettori.

alle ore 20.00 Cena presso West Garda Hotel, Padenghe sul Garda.

 

Prosegue domenica 11 ottobre:

alle ore 9:15 ritrovo all’hotel e partenza per visita guidata a Padenghe sul Garda, in collabo-razione con “Arte con noi”. La passeggiata sarà gratuita con prenotazione obbligatoria.

 

alle ore 11:30 “Lezione a due voci”: presentazione del nuovo libro di Carlo Zaza Magistrato con Alessandra Calanchi - Urbinoir

 

alle ore 13:00 pranzo presso il ristorante del West Garda Hotel

 

alle ore 15:00 cerimonia di Premiazione dei vincitori 2020 con Barbara Baraldi

 

alle ore 16:30 saluti e arrivederci al 2021 con la settima edizione del Festival Giallo Garda.

 

Gli eventi sono a ingresso libero.  www.festivalgiallogarda.it

 

Facebook: FestivalGialloGarda

 

Info: Libreria Bacco - Cantina Marsadri

 

via Nazionale 26 - Raffa - Puegnago del Garda

 

t. 0365 651005 • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -

 

Per garantire la sicurezza dei bagnanti che visitano e nuotano nelle acque antistanti la Giamaica Beach di Sirmione, l’Amministrazione Comunale, in sinergia con le Autorità di bacino e la Guardia Costiera, ha posizionato 24 boe di segnalazione, distanti 50 metri l'una dall'altra e 150 metri dalla riva, lungo un perimetro di circa 800 metri totali.

L'intervento è volto a mettere in sicurezza tutta l'area lacuale, molto frequentata da cittadini, visitatori e turisti, che d'ora in avanti potranno rinfrescarsi nelle acque cristalline del Benaco senza pensieri.

I natanti, infatti, non potranno accedere all'area delimitata, evitando il rischio di collisioni e il disturbo di tutti coloro che, in tranquillità vorranno godere delle bellezze naturali offerte dalla penisola di Sirmione.

6 boe poste all'estremità del perimetro - grazie l'istallazione di pannelli solari - segnaleranno con luce lampeggiante la presenza delle delimitazioni anche in orari notturni. L'intervento – come anticipato - è stato attuato d’intesa con l'Autorità di bacino e la Guardia Costiera, che hanno definito la miglior tipologia di boa da posizionare.

L'area sarà oggetto di pattugliamenti periodici da parte delle autorità competenti, al fine di garantire il rispetto delle norme. Le sanzioni per i trasgressori vanno da 103  a 516 euro.



Dopo il libro, edito da Grafo pochi mesi fa, ecco ora la MOSTRA  FOTOGRAFICA dal titolo “IN CERTI LUOGHI DELL’ANIMA” che Pino Mongiello ha realizzato in collaborazione con la Città di Desenzano del Garda e con il patrocinio della Comunità del Garda e dell’Ateneo di Salò.

L’inaugurazione è fissata per Sabato 5 settembre 2020 alle ore 10,30 presso la Galleria civica “Gian Battista Bosio” di Desenzano del Garda (Palazzo Todeschini), in piazza Malvezzi.

Introduce Nino Dolfo (Corriere della Sera/Brescia), che ha firmato la postfazione al libro.

Stanti le normative vigenti sul Coronavirus, che obbligano a mantenere il distanziamento tra le persone e l’uso della mascherina, l’inaugurazione manterrà i caratteri della sobrietà. Non potrà quindi essere proiettato, in quella sede, il video (15’) dedicato al Garda, al Polesine e al Gargano, con l’accompagnamento di una colonna sonora che intendeva dar voce all’anima identitaria dei tre luoghi rappresentati.

 

La mostra, ad ingresso libero, resterà aperta dal  5 al 27 settembre nei seguenti orari:

 

Martedì: 10,30 – 12, 30/ Giovedì e Venerdì: 16,30 – 20,00 / Sabato e festivi: 10,30 – 12,30 e 16,30 – 20,00.

 

--------------------------------------

 

“Nel libro, come nella mostra, s’incrociano i riferimenti a tre luoghi: il Garda, il Polesine, il Gargano, tre luoghi d’acqua che mi aiutano a ripercorrere, senza nostalgia, le vicende di una vita” (Pino Mongiello)

 

“Ho dimenticato di dirle che le fotografie sono molto belle: composte, meditate e di ampio respiro”. (Dacia Maraini -Dalla mail del 28 aprile 2020 a Pino Mongiello).

              

LUMINARIA, il nuovo Light Festival di Riva del Garda (TN) si accenderà dal 26 al 30 agosto nell'ambito della storica Notte di Fiaba!
Promosso dal Comitato Manifestazioni Rivane con la direzione artistica di Fabio Larovere e Andrea Faini di Cieli Vibranti – già responsabile della direzione artistica di “CidneON. Festival Internazionale delle Luci” al Castello di Brescia – e il coordinamento artistico e organizzativo di Scena Urbana, vuole essere una metafora della ripartenza e simbolo di speranza per il futuro.

Il festival si concretizzerà in un itinerario diffuso nel centro storico di Riva del Garda, tra opere di light-art, videoproiezioni e installazioni che saranno sintesi creativa tra le suggestioni architettoniche dei luoghi e gli spunti offerti dalle favole più̀ amate.
Tema del festival sono gli archetipi delle fiabe; le nove installazioni non saranno dunque dedicate ad una storia in particolare, ma svilupperanno artisticamente personaggi e simboli che attraversano l’intera narrativa fiabesca: il lupo, le principesse, le formule magiche e molti altri ancora.

Un percorso luminoso che accompagnerà il pubblico alla scoperta del centro storico, rispettando il distanziamento sociale e incoraggiando una visita della città con il proprio ritmo, grazie alla formula che prevede l’accensione delle opere dalle 20.30 all’1.30 del mattino per 5 giorni.

LUMINARIA nasce come un importante impegno per l’intera comunità. Il Comitato Manifestazioni Rivane ha messo in campo numerosi strumenti per favorire la ripartenza del comparto economico locale, promuovendo appuntamenti per grandi e bambini che, nel rispetto dei protocolli vigenti, intendono attirare un numeroso pubblico tra le strade di Riva del Garda.
I locali e gli abitanti sono chiamati a diventare protagonisti, per costruire un percorso luminoso che accompagnerà il pubblico nella visita del centro storico. Ristoranti e bar potranno accendere di colori i tavoli e i locali con suggestivi corpi illuminanti, i commercianti potranno personalizzare le loro vetrine con corpi luminosi o oggetti a tema. Anche i semplici cittadini saranno coinvolti, invitati ad esporre un lume alle finestre recuperando l’antica tradizione della LUMINARIA (come accade a Lione in occasione della Fête des lumières, il più importante festival delle luci al mondo). 

L’iniziativa, ospitata per il primo anno nel contenitore “Notte di fiaba”, nei prossimi anni diventerà un appuntamento fisso della programmazione culturale di Riva del Garda, arricchendosi progressivamente di collaborazioni artistiche, anche in chiave internazionale, e spostando la “festa di fine stagione” - che negli anni della fondazione della “Notte di fiaba” era collocata nell’ultimo fine settimana di agosto - al periodo ottobre-novembre, anche nell’ottica di un più lungo godimento delle installazioni.

 


 

PER INFORMAZIONI

 

Comitato Manifestazioni Rivane
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.nottedifiaba.it - 0464 755 639
https://www.facebook.com/nottedifiaba/ https://www.instagram.com/nottedifiaba/?hl=it
LUMINARIA: https://www.instagram.com/luminaria20/?hl=it
Cieli Vibranti
www.cielivibranti.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 328 5897828
https://www.facebook.com/CieliVibranti/ - www.instagram.com/cielivibranti_brescia

 

 

Confermato lo svolgimento dell’edizione SUMMER di Desenzano Garda Flowers che si terrà da venerdì 11 a domenica 13 settembre 2020 nelle piazze del Centro storico di Desenzano del Garda (Bs).

La suggestiva spiaggia delle Muse torna protagonista delle albe e delle notti sirmionesi con 4 imperdibili appuntamenti organizzati dall’Amministrazione Comunale, in collaborazione con i musicisti del Gruppo Caronte e gli astrofili dell’Unione Astrofili Bresciani.

Il Servizio di Assistenza Sanitaria Turistica è rivolto alle persone non residenti, temporaneamente presenti nelle località turistiche, è gratuito e garantisce interventi di primo soccorso, visite, prescrizioni e certificazioni.

Modalità di accesso: l’accesso all’ambulatorio di Assistenza Sanitaria Turistica avviene solo su prenotazione telefonica; le visite domiciliari possono essere richieste in orario di ambulatorio. In caso di sintomi sospetti per COVID-19, il paziente sarà preso in carico con visita domiciliare dal medico di Unità Speciale di Continuità Assistenziale (USCA).

Documenti necessari: Tessera Sanitaria/TEAM e documento di riconoscimento

Negli orari di chiusura del Servizio è possibile rivolgersi:

  • alla Continuità Assistenziale dalle 20.00 alle 8.00 di tutti i giorni e dalle 8.00 alle 20.00 del sabato, festivi e prefestivi;
  • ai Medici e Pediatri di famiglia (a pagamento)

Per le urgenze ed emergenze sanitarie comporre il 112

Sedi e orari di attività: https://www.ats-brescia.it/contenuto-web/-/asset_publisher/Gj9ZAWqZPys2/content/assistenza-sanitaria-turistica-2020

 

 



Dopo il successo delle prime tre edizioni, torna per il quarto anno consecutivo il Festival “COLPI DI COLORE”. Promosso dall’Assessorato alla Cultura di Moniga del Garda (BS) e dall’associazione culturale Cieli Vibranti di Brescia il festival presenta una formula originale per conquistare il pubblico attraverso musica e teatro, cultura e spettacolo.

Dalle scuole alle squadre olimpiche e nel week end iniziano le regate. Il grande lavoro di coordinamento della XIV Zona di Federvela. Le Scuole di Federvela di tutta Italia hanno iniziato da metà giugno la loro attività, e nonostante il periodo particolare e una stagione annunciata come difficile, i primi numeri che arrivano dai Circoli Velici in tutta Italia sono positivi.

Riapertura per il MuSa di Salò. Per celebrare la riapertura della porte del Museo civico di Salò è in programma un evento musicale che si terrà sabato 27 giugno 2020 alle ore 10,00. Per l'occasione verrà suonato il contrabbasso di Gasparo da Salò, custodito nel nostro museo. L'ingresso all'inaugurazione è a posti limitati. Necessario chiedere in Municipio. Interverrà il sindaco di Salò Gianpiero Cipani. Il concerto si terrà presso il chiostro del MuSa e, in caso di maltempo, presso la Sala dei Provveditori del Municipio di Salò.

 

Dal 19 al 21 giugno tornano le Giornate europee dell'archeologia, giunte all’undicesima edizione: una preziosa occasione per conoscere i tesori del patrimonio e i retroscena del mondo dell’archeologia grazie al coinvolgimento di tutti gli attori di questo settore. A causa dell’emergenza sanitaria in corso, quest’anno sono state programmate sia iniziative in presenza sia in forma digitale attraverso la piattaforma digitale #Archeorama.

La Direzione regionale Musei Lombardia partecipa con una serie di proposte che coinvolgono le Grotte di Catullo a Sirmione, la Villa Romana a Desenzano del Garda e Palazzo Besta a Teglio.

GROTTE DI CATULLO – Le Grotte dopo Catullo

Grazie alle indagini archeologiche del secolo scorso è stato possibile tracciare una sequenza di frequentazioni nell’area ove è tuttora ubicata la grande villa romana denominata “Grotte di Catullo”. Molto si è compreso delle fasi relative alla costruzione della villa, come la datazione precisa e l’esistenza di un edificio più antico, ma altrettanto interessanti sono risultate le fasi successive all’abbandono. È proprio su queste vicende più tarde che si vuole incentrare la visita guidata virtuale per le Giornate europee dell’archeologia 2020. Mettendo quindi in secondo piano gli antichi splendori della villa verrà affrontato piuttosto il momento dell’abbandono dell’edificio, avvenuto verso la metà del III secolo, fino alle complesse trasformazioni longobarde che interessarono l’intero abitato sirmionese.

Destinatari: pubblico adulto.

La visita guidata è fruibile in forma digitale sulla piattaforma #Archeorama dal 19 al 21 giugno 2020. Per partecipare all’iniziativa, andare al seguente link: https://journees-archeologie.fr/c-2020/lg-it/Italia/fiche-initiative/8497/Grotte-di-Catullo-e-museo-archeologico-di-Sirmione

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

VILLA ROMANA – Dal frammento al reperto

La Villa Romana di Desenzano del Garda fu scoperta casualmente nel 1921 e da allora, attraverso una serie di campagne di scavo archeologico, si è giunti a un discreto livello di conoscenza del contesto antico e all’identificazione di diverse fasi abitative, che vanno dal I al IV-V secolo d.C. Ogni tappa della vita della villa ha lasciato uno “strato” sul terreno. Per assegnargli un’epoca sono fondamentali i reperti che in esso si

trovano: la visita guidata virtuale spiegherà come, grazie alla specifica metodologia dello scavo stratigrafico, attraverso analisi e confronti è possibile ricostruire tempi e momenti della vita passata della Villa.

In questo contesto, grande rilievo hanno i reperti ceramici: anche se quasi sempre ridotti a frammenti è possibile studiarli, inserirli in tipologie distinte e metterli a confronto con le produzioni fittili di altri contesti, ampliandone il livello di comprensione generale.

Alla visita guidata seguirà un’attività laboratoriale in cui l’operatrice museale mostrerà al pubblico in modalità virtuale come viene realizzata la riproduzione grafica di un frammento archeologico proveniente dai depositi del museo. Attraverso un’attenta lettura della geometria e della morfologia dell’oggetto, ne verrà creata una riproduzione in scala 1:1 con l’ausilio di strumenti tecnici.

Destinatari: pubblico adulto.

La visita guidata è fruibile in forma digitale sulla piattaforma #Archeorama dal 19 al 21 giugno 2020. Per partecipare all’iniziativa, andare al seguente link: https://journees-archeologie.fr/c-2020/lg-it/Italia/fiche-initiative/8498/Villa-Romana-e-Antiquarium

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PALAZZO BESTA – Archeologia a Palazzo Besta

Il 20 e 21 giugno è previsto un fine settimana dedicato all’esplorazione del territorio tellino e del patrimonio archeologico diffuso: due iniziative itineranti, con la guida dell’archeologo Angelo Martinotti e della direttrice del Museo, Stefania Bossi. Partendo dalle stele incise conservate all’interno del museo, nell’Antiquarium Tellinum, si esploreranno i luoghi di ritrovamento o di reimpiego delle stele e massi incisi ancora disseminati sul territorio.

 Sabato 20 giugno 2020 ore 16:00: L’Antiquarium Tellinum e il museo diffuso: Caven

 

Dopo aver visitato l’Antiquarium Tellinum ci si dirige con mezzo proprio a Caven, una delle prime località in cui furono rinvenute le stele, tra cui la stele Caven 3, comunemente nota con il nome di "Dea Madre". L'itinerario a piedi avrà inizio dalla località di Somasassa per raggiungere dopo una ventina di minuti la grande roccia di Caven, che conserva significative incisioni. L’itinerario permetterà di ammirarle dal vivo e di vedere, costeggiandola da fuori, la casa di Maria Reggiani Rajna, figura chiave per la storia archeologica del territorio.

Durata: 2 ore – di cui 10 min. con mezzo privato; 15 min. a piedi.

Destinatari: pubblico adulto (per un massimo di 9 partecipanti).

 Domenica 21 giugno 2020 ore 10:30: L’Antiquarium Tellinum e il museo diffuso: stele nel territorio

 

Anche in questo caso si parte dall’Antiquarium Tellinum di Palazzo Besta alla scoperta dei reperti ancora disseminati sul territorio: a partire da un frammento murato in una parete della frazione di Santa Maria Ligone, ci si sposterà nella località di Somasassa per incontrare una stele tutt’oggi collocata su una strada sterrata. Infine si raggiungerà la frazione di Cà Branchi, in prossimità della quale si potrà ammirare, con una piccola passeggiata, la stele Cornàl 2.

Durata: 2 ore – di cui 20 min. con mezzo privato; 20 min. a piedi.

Destinatari: pubblico adulto e ragazzi (per un massimo di 9 partecipanti).

Entrambe le attività sono gratuite, previa prenotazione da effettuarsi obbligatoriamente entro il 19 giugno all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

È necessario che i partecipanti siano muniti di mezzo proprio per gli spostamenti, condizione che dovrà essere confermata al momento dell’iscrizione.

Attrezzatura e abbigliamento: abbigliamento comodo e scarpe da trekking (oltre alla mascherina).

 

Le «5 Vele Blu» assegnate da Legambiente e Touring Club sono andate a Gargnano ed altre località del Parco Alto Garda: Gardone Riviera, Tignale, Limone e Riva (Trento). Le valutazioni vengono fatte grazie alla "Goletta Verde". I parametri riguardano non solo la balneabilità delle acque ma in generale la qualità ambientale, la presenza di servizi, il consumo energetico (tra i temi analizzati, anche l’uso del suolo, l’energia, i rifiuti, la sicurezza alimentare).

Il Circolo Vela Gargnano saluta questo importante traguardo raggiunto dal suo territorio comunale, al quale si aggiunge Tignale, appendice nord per vari anni, sede di molte regate durante le varie stagioni agonistiche.

Il Club velico di Gargnano ha portato il suo contributo promuovendo la raccolta differenziata durante le sue competizioni veliche grazie alla collaborazione di Garda Uno, la società pubblica di riferimento per la sostenibilità ambientale del Garda bresciano. Insieme al progetto Garda Uno Lab, che per il terzo anno affianca il Club, sono stati organizzati stage scolastici con alunni di Istituti e Licei della zona offrendo l’opportunità di unire lavoro, sport e ambiente. In occasione della Cento70 (5-6 settembre), la regata più longeva d'Italia (in assoluto), i collaboratori di Garda Uno si sposteranno esclusivamente con i mezzi elettrici di Eway, il primo auto e scooter sharing del Garda. Lo scorso anno il CV Gargnano ha ospitato la Regata Test delle barche olimpiche dell'Offshore che presentavano una propulsione elettrica ausiliaria. Quest'anno sarà la volta della Regata delle Università Italiane di “1001 una vela”, sfida tecnologica e in acqua con le barche realizzate dagli stessi atenei con materiali riciclabili all'80 per cento, grazie ad un sofisticato studio con Fibre vegetali. Le 5 Vele assegnate a Gargnano hanno quindi un significato molto particolare per questo lembo di terra che è considerato il vero paradiso per gli appassionati di vela. Una vela a 360° che va dall'agonismo alle scuole per i ragazzi, alle grandi e storiche regate come la Centomiglia. E nei prossimi giorni il porticciolo di Bogliaco di Gargnano ospiterà le prime lezioni del progetto nazionale di Federvela "Ritrova la bussola".

 

Alla fine si è deciso per il meglio. Lungo la strada Gardesana per i lavori la chiusura avverrà solo di notte. I lavori inizieranno il 15 giugno e saranno effettuati per tre settimane dal lunedì al giovedì dalle ore 23:00 e fino alle 6:00 del mattino. In questo modo saranno evitati i disagi maggiori per i residenti e per i turisti che torneranno sulle rive del lago di Garda. I lavori si svolgono all'interno della galleria Tremosine. Si tratta di un cantiere per la messa in sicurezza del tratto tra Limone e Campione che lo scorso 28 novembre aveva presentato dei problemi era infatti stata danneggiata la volta dalla caduta di un grosso macigno sovrastante. Da allora in questo tratto si transita a senso unico alternato per la restrizione della carreggiata. L'Anas ha per questo deciso di avviare il cantiere che, come abbiamo detto, sarà operativo soltanto durante le ore notturne. Una buona notizia per il lago di Garda.

Nei 4 fine settimana dal 31 luglio al 23 agosto 2020 il grande Circo contemporaneo in scena all’aperto a Lonato in Festival.

Spettacoli di marionette e giocoleria nelle piazze delle frazioni dall'11 al 19 agosto. 

La CISL BRESCIA - IAL BRESCIA - IAL LOMBARDIA - IAL VENETO hanno organizzato un evento online dal titolo: “QUALE FUTURO PER IL TURISMO GARDESANO?”, un confronto a più voci sulle azioni per adattarsi e re-inventarsi nel dopo pandemia.

Ci saranno l’Assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, Alessandro Mattinzoli, e l’Assessore all'Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Veneto, Elena Donazzan; ma anche Roberto Gosetti, Segretario generale di Federalberghi e vicedirettore di Confcommercio Brescia, e Mattia Boschelli, Direttore di Federalberghi Garda Veneto. E insieme a loro i segretari generali di Fisascat Cisl di Brescia e di Verona, Valter Chiocci e Andrea Sabaini. Siederanno attorno al tavolo virtuale di un seminario on line giovedì 4 giugno a partire dalle ore 15 (per partecipare: bit.ly/gardaTURISMO) dedicato al turismo gardesano e alle sue prospettive in questa fase assolutamente nuova del dopo pandemia.

A promuovere il confronto sono i Centri formativi di IAL Lombardia - con un impegno più diretto della sua sede di Brescia - e IAL Veneto. “L’intero settore turistico territoriale - osservano gli amministratori delegati Matteo Berlanda e Lorenza Leonardi - è già oggi impegnato in un grande sforzo di adeguamento della propria offerta di servizi, sia per la conformità alle nuove normative di tutela della salute pubblica, sia per il ri-orientamento delle attività di promozione verso il mercato turistico interno, regionale e nazionale”.

Una sfida che investe le istituzioni, il sistema economico, le singole imprese, il collegamento dei percorsi formativi alla domanda del mercato del lavoro, una strategia capace di valorizzare l’unicità del contesto ambientale, cultura e qualità della vita.

A presentare nel corso del webinar i dati aggiornati sui flussi turistici dell’area gardesana sarà il ricercatore veronese Francesco Peron, mentre Paolo Corvo, docente universitario di culture del viaggio e dinamiche sociali, leggerà realtà e potenzialità turistica da un punto di vista sociologico.

Il contesto di maggiore complessità e difficoltà è anche una grande occasione di rilancio, a partire dall’innovazione delle imprese, dagli investimenti su nuove filiere e modelli che non disperdano le competenze di quanti lavorano per il turismo gardesano e mettano in sicurezza i livelli occupazionali.  “Per questo è fondamentale - concludono i promotori - la condivisione e il confronto tra gli stakeholder, con particolare riferimento alle azioni necessarie al sistema turistico gardesano per adattarsi e re-inventarsi nel ‘nuovo normale’ del dopo pandemia, verificando sintonie e sinergie con le iniziative che le istituzioni regionali stanno predisponendo”. A coordinare il seminario sarà Vincenzo Chierchia, Caposervizio Economia e Imprese de “Il Sole 24 Ore”.

 

Dopo oltre due mesi di quarantena è giunto il tempo di  riscoprire le bellezze del Lago di Garda e di Sirmione. Il Consorzio Motoscafisti del paese invita i residenti sirmionesi a bordo delle proprie imbarcazioni - sanificate e attrezzate secondo le disposizioni vigenti - con una piacevole iniziativa completamente gratuita.

I cittadini avranno la possibilità di prenotare un tour in barca di circa 30 minuti intorno al centro storico, per rivivere le bellezze del Castello Scaligero, godere della vista delle Grotte di Catullo, della Villa di Maria Callas, di Aquaria, di Villa Bolla, scoprire la sorgente di acqua termale e il parco di Villa Cortine.

L’iniziativa sarà attiva nelle giornate del 3 – 4 – 5 giugno 2020 con tre tour ogni giorno in partenza dal molo di #SirmioneBoats, presso il Piazzale Porto di Sirmione, davanti al Castello Scaligero.

Orari:

1° escursione: ore 17:00

 

2° escursione: ore 17:45

 

3° escursione: ore 18:30

I cittadini dovranno semplicemente (e obbligatoriamente) prenotare il proprio tour all’orario prescelto, entro martedì 2 giugno, inviando un messaggio via whatsapp al numero 338.8082029 e indicando nome e numero di partecipanti.

L’offerta è riservata ai soli residenti del comune di Sirmione ai quali verrà chiesto di esibire la carta d’identità.

 

 

Stefano Ambrosini – consigliere comunale incaricato all’ambiente e referente Bandiera Blu del Comune di Gardone Riviera – ha ritirato virtualmente il vessillo – nella cerimonia online causa covid-19 della consegna da parte della FEE Italia delle bandiere blu 2020. L’iniziativa, giunta quest’anno alla 34esima edizione vede ancora Gardone Riviera confermarsi come unica località premiata sul Lago di Garda  e unica in Regione Lombardia, come negli ultimi 10 anni.

Dal 29 maggio al 2 giugno 2020 la nuova edizione sarà on line. 

Il festival adatta la propria offerta culturale alla situazione di emergenza: cinema, musica e laboratori si spostano in rete.

Costituita la Task Force per salvaguardare la filiera del turismo sul territorio bresciano. Capitanato dalla Destination Management Organization bresciana Visit Brescia, il tavolo di lavoro si occuperà di favorire le sinergie indispensabili per la ripresa e l’elaborazione di proposte progettuali finalizzate a riposizionare l’immagine della provincia di Brescia in termini di gradimento, attrarre turisti sul territorio e potenziare la promozione del prodotto turistico per favorire l’incontro tra domanda e offerta.

Una buona notizia: il Vittoriale degli Italiani riapre per questo fine settimana le porte della casa di d’Annunzio. Nel difficile contesto che il territorio sta vivendo, ieri i visitatori hanno ripreso a frequentare il parco, e il Presidente Giordano Bruno Guerri – rispondendo alle molte richieste - ha deciso di riaprire al pubblico la Prioria sabato 7 e domenica 8 marzo.

Il giorno 1 marzo 1938 moriva nella sua dimora di Gardone Riviera Gabriele d'Annunzio.

Vera e propria leggenda vivente, icona del jazz mondiale, sperimentatore avanguardista e parte integrante di ogni movimento di ogni movimento musicale popolare dagli anni ’60, vincitore di un Premio Oscar e di ben 14 Grammy Awards, il 23 luglio HERBIE HANCOCK arriva per la prima volta sul palco vista-lago del Vittoriale.I biglietti sono in vendita sul sito dell'Anfiteatro del Vittoriale.

Gennaio mese dei musei sul Garda. Il ciclo di iniziative culturali “Musei del Garda: abbonarsi conviene!” prosegue sabato 18 gennaio alle ore 15.30 presso il Castello Scaligero di Sirmione con “Da Cangrande ai Khan: viaggi di mode e tessuti all’epoca degli Scaligeri”.

Sirmione si appresta a dare il benvenuto al nuovo anno in grande stile con il tradizionale e suggestivo "Incendio del Castello": lo spettacolo pirotecnico di luci e fuochi - organizzato dall’Amministrazione Comunale, in collaborazione con il Consorzio Albergatori e Ristoratori Sirmionesi - incanterà turisti e cittadini domenica 5 gennaio alle 19. Non solo colori e coreografie che dipingeranno il cielo di Sirmione e infuocheranno le mura del Castello Scaligero, ma una vera e propria giornata all’insegna del divertimento arricchita da musiche e spettacolari performance di artisti di strada.

All’Epifania vieni a visitare i nostri Musei! Il Polo Museale della Lombardia vi propone infatti due giorni all’insegna della cultura, con ingresso gratuito in tutti i musei statali domenica 5 gennaio per l’iniziativa #domenicalmuseo e aperture straordinarie nei musei del Garda il 6 gennaio.

Una stima di raccolta di 1,2 milioni di Euro per il 2020 per far fronte alla nuova gestione dell'Ufficio informazioni turistiche.

Giovedì 26 dicembre alle ore 16.30 a Villa Alba di Gardone Riviera l’Infonote Symphony Orchestra, diretta dal maestro Serafino Tedesi, proporrà l’undicesima edizione del “Concerto degli Auguri”, evento musicale ricco di musiche celebri per salutare il nuovo anno.

Ultimo appuntamento per il 2019 del ciclo di iniziative culturali “Musei del Garda: abbonarsi conviene!” sarà “L’olivo e l’olio”, presso le Grotte di Catullo sabato 21 dicembre alle ore 15.30.

Dalla pista di pattinaggio su ghiaccio ai concerti, dai mercatini agli artisti di strada, il calendario delle iniziative è molto fitto e vario per accontentare tutti i gusti.

Prima grande data per l'edizione di Tener-a-mente,il Festival del Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera.Beth Hart sarà la protagonista della serata del 2 Agosto 2020.A due anni di distanza dall’ultima apparizione sui palchi italiani,la grande artista americana, vincitrice nella categoria ’instrumentalist-vocals’ai prestigiosi Blues Music Awards 2018, torna in concerto in Italia per presentare il nuovo album pubblicato a settembre ed i suoi successi,in un’energica e raffinata miscela di blues, pop, rock e jazz.

Una serie di iniziative accompagnerà i cittadini dai prossimi giorni fino alle festività natalizie.

Tra dicembre e febbraio al Palazzo dei Congressi la Compagnia d’Operette Elena D’Angelo porterà in scena alcune fra i più celebri titoli del genere. Ingresso 15 euro, con riduzioni e gratuità per cittadini di Sirmione e diverse altre categorie di persone.

Novità al Vittoriale. Il museo L’automobile è femmina, allestito all’ingresso del Vittoriale degli Italiani, assiste a un grande “ritorno a casa”: l’Alfa Romeo “Soffio di Satana” rientra infatti ufficialmente nella scuderia di Gardone Riviera, per esservi ammirata assieme alle sue sorelle, la Fiat T4 e l’Isotta Fraschini.

Venerdì 29 novembre alle 20, nella saletta storica del Comune, è organizzata una serata di degustazione di vini dell’azienda agricola Due Pini abbinati a cibi del territorio. Il ricavato servirà a finanziare progetti della cooperativa sociale Co.Ge.S.S. Quota 20 euro.

Sono già cominciate nella città di Salò le diverse iniziative che fanno capo all'ormai tradizionale rassegna "Natale d'incanto".

Il ciclo “Musei del Garda: abbonarsi conviene” vedrà un fitto calendario di iniziative culturali rivolte a tutte le fasce d’età da novembre 2019 ad aprile 2020 presso la Villa Romana di Desenzano del Garda, il Castello Scaligero e le Grotte di Catullo di Sirmione.

Novità in tema di navigazione sul Garda. I vertici di Navigazione Laghi hanno presentato a bordo della Motonave Zanardelli ormeggiata presso il pontile di Desenzano del Garda i lavori di ristrutturazione della nave, esposto i dati della stagione 2019 e introdotto i progetti futuri.

Poesia grande protagonista a Sirmione. Notevole successo di partecipanti, oltre 900,  all’edizione 2019 di Sirmione in Love, il celebre concorso di poesia ideato da Fabio Barelli – presidente di CARS – e organizzato e promosso dalla Pro Loco di Sirmione, con il patrocinio del Comune.

Il progetto, intitolato "Alla scoperta di luoghi inimitabili" e attivo per l'anno scolastico 2019/2020, ha come obiettivo l'avvicinamento del turismo scolastico al territorio di competenza GardaMusei favorendo l'interscambio tra le attività culturali del territorio e suggerendo agli istituti scolastici anche le realtà meno conosciute.

“In Viaggio verso MarteS per un’avventura a regola d’arte“ è il nuovo progetto formativo di MarteS – Museo d’Arte Sorlini, frutto della progettualità condivisa con l’Ufficio Scolastico Territoriale di Brescia e UBI Banca, rivolto a tutti  gli studenti delle scuole primarie e secondarie, di primo e secondo grado, di Brescia e Provincia.

Turismo sempre più internazionale. “L’attività del Consorzio Lago di Garda Lombardia non conosce confini”. Sono queste le parole con cui Marco Girardi, direttore del consorzio, annuncia l’apertura in grande stile dell’Operazione Cina «Garda – Via della Seta».

La compagine, guidata fin dagli esordi da Chiara Turati, festeggia il primo decennio di vita con un concerto che si terrà sabato 19 ottobre alle 20:30 presso l’auditorium P. Ceccato. Ingresso libero.

L’imponente Rocca di Lonato del Garda (Bs), con il ponte levatoio e le possenti mura merlate, è cornice ideale per inscenare storie e coinvolgenti avventure in cui i bimbi possono far volare la fantasia, immedesimandosi in personaggi di saghe e racconti ed emulandone per una giornata le gesta. Sarà quindi lo scenario perfetto per accogliere domenica 13 ottobre la Giornata Fantastica con Harry Potter, ormai tradizionale appuntamento autunnale che richiama centinaia di piccoli fans del maghetto più famoso del mondo.

Profumi di Mosto è l’appuntamento annuale che ci accompagna alla scoperta delle cantine della Valtènesi e del Garda bresciano. Un’intera domenica tra paesaggi suggestivi e aziende agricole del territorio, per degustare il San Martino della Battaglia, insieme ai vini rossi e chiaretti accompagnati da prodotti tipici.

Proseguono gli interessanti incontri della rassegna del Sistema Bibliotecario Nord Est Bresciano FeliceMENTE. La cultura cura, un lungo percorso che sta portando il pubblico a scoprire (e riscoprire) luoghi affascinanti del nostro territorio; con autori, reading, conferenze che hanno al centro i libri, la salute, il benessere.

Uno degli appuntamenti più attesi della stagione. Sabato 5 e domenica 6 ottobre sul lago di Garda saranno tutti con il naso all’insù per ammirare le evoluzioni della pattuglia acrobatica dell’Aeronautica Militare Italiana.

Il fallimento della storica agenzia di viaggi internazionale inglese. Il Consorzio Lago di Garda Lombardia, anche in considerazione dell’allarme venutosi a creare tra molti propri associati a seguito del fallimento del tour operator Thomas Cook, esprime grande preoccupazione per le ripercussioni che tale situazione di crisi sta generando sul territorio del Garda bresciano.

Venerdì anche Lonato sciopera per il clima.E' in programma una manifestazione alle ore 15 nel parcheggio di San Cipriano.

Torna l’appuntamento con l’iniziativa benefica per l’associazione Il Faro. Lo spiedo è in calendario per domenica 8 settembre alle 12:30 presso il parco di San Rocco. Prenotazioni entro il 30 agosto telefonando a Simonetta (339.4726952).

Per la tua pubblicità chiama al 346/3095149