Strumenti

Va a Giordano Bruno Guerri, Presidente della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, il Delfino d’oro di Pescara, massima onorificenza cittadina assegnata annualmente a personalità che con la loro attività hanno contribuito a diffondere nel mondo l'immagine migliore della città che diede i natali a Gabriele d’Annunzio. L’attribuzione del riconoscimento è stata annunciata tramite delibera della giunta comunale, e avrà luogo all’Aurum di Pescara nella cerimonia di premiazione tradizionalmente in programma per sabato 10 ottobre, festività di San Cetteo, patrono della città.

L’assegnazione a Giordano Bruno Guerri, a motivo della “straordinaria e preziosissima opera di divulgazione della vita e dell’opera dannunziana e di prestigioso raccordo tra Pescara e il Vittoriale nel segno del Vate”, si situa dunque sulla scia della stretta collaborazione che da tempo vede le due istituzioni alleate nell’attività di promozione e studio della figura e dell’opera di Gabriele d’Annunzio.

Così il Presidente Guerri, a commento del premio: Il mio amore per Pescara, città bellissima e vitale e con enormi potenzialità di crescita, precede nel tempo l’interesse per d’Annunzio: negli ultimi anni si è accresciuto grazie alla collaborazione prima con il sindaco Luigi Mascia, poi con il sindaco Carlo Masci. È un legame solido, come dimostrano la mostra Disobbedisco, attualmente all’Aurum di Pescara, la mia attiva partecipazione al Festival Dannunziano, giunto al secondo anno, e la recente visita al Vittoriale del presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio e del presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri. È anche un legame fruttuoso che nelle nostre intenzioni è destinato a diventarlo sempre di più, con uno scambio culturale e turistico fra l’Abruzzo e l’area del Garda.