Strumenti

Si è tenuta Mercoledì 2 Ottobre nella sala stampa dello stadio Turina, la conferenza di presentazione del nuovo mister Stefano Sottili, il quale, insieme al presidente Pasini e al Direttore sportivo Andrissi, si è così presentato.

 

Mister Stefano Sottili:“Ho trovato la squadra molto ben predisposta al lavoro e ad ascoltare per uscire da questa situazione e migliorare prima possibile il rendimento. Siamo pronti a mettere subito una pezza.”

“I ragazzi devono cominciare ad avere voglia di fare risultato e dobbiamo aiutarli in questo, attraverso il lavoro settimanale. Per ottenere le cose bisogna faticare. Poi, se gli altri saranno più bravi a fine partita gli daremo la mano, ma deve essere sudata.” 

“Non mi piacciono le cose semplici. La mancata continuità della mia carriera ha motivazioni diverse e poche analogie: è arrivato il momento di dare continuità al lavoro.”

“Il mio modo di agire? Non credo ce ne sia uno giusto. Bisogna soltanto essere veri e non imitare nessuno per essere credibili. Caratterialmente, se c’è necessità di intervenire a “muso duro" sono abituato a farlo, ma i risultati migliori si ottengono con la partecipazione di tutti e l’essere orientati verso un unico obiettivo.”

“Il dialogo costruttivo vince sull’imposizione, perché col dialogo c’è partecipazione, con le imposizioni no. Far rendere al massimo il materiale umano messomi a disposizione deve essere nell’interesse di tutti.”

 “È la prima volta che torno al "Cabassi". È piacevole tornare in un posto dove hai fatto bene vincendo il campionato, però voglio tornarci per fare risultato.”

Il presidente Giuseppe Pasini:“Presentiamo mister Sottili dopo una lunga selezione. La scelta è ricaduta su di lui soprattutto per le sue qualità e competenze; inoltre, conosce bene la categoria.”

“Ringrazio mister Zenoni per tutto quello che ha fatto e anche Bertoni per essersi messo a disposizione in un momento così delicato.”

”Sono rimasto molto deluso dalla prestazione con il Fano. Nessuno dopo Modena si aspettava una partita così indecorosa. Alla fine paga sempre uno, ma forse le colpe non sono solo di quell’uno.”

“Speravo che Modena, nonostante non sia stata una partita brillante, potesse essere propedeutica alla ripresa, ma così non è stato. Adesso si cambia pagina e si riparte. Il mister è qui per mettersi in gioco, consapevole che abbiamo un obiettivo importante. "

“Nulla è pregiudicato. Noi ci crediamo ancora. Tutti. Adesso sta a lui prendere in mano la squadra per recuperare il terreno perso. Abbiamo il dovere di crederci, per questo dobbiamo reagire già a partire da domenica.“

Il DS Gianluca Andrissi:”Ci siamo confrontati a lungo e sapevamo che la migliore soluzione era quella di valutare attentamente tutti i profili. Siamo stati subissati di propose e questo è sintomatico del fatto che si sta lavorando bene. Abbiamo fatto diversi incontri ma il profilo di Sottili ci ha convinto subito: è giovane, ha entusiasmo e conosce bene la categoria.”