Strumenti

Siamo un pò in astinenza perché la pausa per l'impegno della Nazionale e la sospensione della partita con il Sassuolo ha fatto si che i "Bresciadipendenti" in questo momento abbiamo dovuto accontentarsi semplicemente di qualche amichevole.

In particolare c'è da segnalare l'amichevole che la squadra di Corini ha giocato a Bagnolo contro la Bagnolese:è stato un ritorno in patria per l'allenatore che è del paese,dove ancora vive la mamma.

E' stata una grande festa soprattutto al di là del risultato finale che conta zero,visto che questa il Brescia ha vinto per 11 a 0.

Quel che ha colpito è la stima nei confronti di Eugenio Corini da parte del paese che gli ha dato i natali.

Corini è molto legato alla sua terra e lo ha dimostrato più volte,è molto legato a Brescia ed alla brescianità:ricordo che quando giunse a Brescia sulla panchina biancoazzurra ebbe subito parole affettuose nei confronti di chi lo aveva fatto cominciare a giocare a pallone,in particolare Roberto Clerici che è stato il fondatore,Presidente e factotum della Voluntas che ha contribuito non poco alle fortune del Brescia di questi ultimi 40 anni.

Brescia che adesso si deve preparare alla ripresa del Campionato,Brescia che saluta con piacere l'impegno in Nazionale di Tonali che ancora una volta ha dimostrato quali sono le sue qualità;Tonali che è stato poi aggregato alla Nazionale maggiore,a testimonianza del fatto che,sulle sue doti,sulle sue capacità sono in molti ormai a scommettere,compreso Roberto Mancini che lo ha chiamato per la qualificazione agli Europei.

Per il resto la preparazione del Brescia prosegue in vista della sfida contro la Fiorentina,che diventa una sfida delicata,perché viene dopo due sconfitte contro la Juventus e contro il Napoli che potrebbero aver incrinato qualche certezza nell'ambiente biancoazzurro.

E' evidente che pensare di fare punti contro queste due squadre non era semplice però c'è rimasto un pò l'amaro in bocca soprattutto nella partita contro il Napoli,perchè il Brescia al San Paolo aveva dimostrato di potersela giocare ed avrebbe probabilmente anche meritato il pareggio.

Ora la sfida con la Fiorentina che è in gran forma,in grande salute,trascinata da un mostro sacro del calcio internazionale come Ribery che sembra vivere una seconda giovinezza e da un giovane talentuoso come Chiesa che ha già dimostrato tutto il suo valore.

Io credo che sarà una partita molto interessante ma allo stesso tempo molto complicata per il dinamismo della Fiorentina e per i valori tecnici che la squadra gigliata può mettere in campo.Ricordo che Brescia-Fiorentina si giocherà Lunedì 21 Ottobre.

Ciro Corradini