Strumenti

Buon Anno da Ciro Corradini ed è un Anno che non inizia bene per il Brescia sconfitto,con una buona dose di sfortuna,dalla Lazio in casa per due a uno nell'anticipo di mezzogiorno giocatosi domenica.

E' finita dunque con il successo dei biancocelesti di Inzaghi,che in tal modo rafforzano la propria posizione in classifica e certificano di essere in lotta per lo scudetto.

Il Brescia comunque esce a testa alta pur palesando quello che comincia ad essere una sorta di difetto atavico:l'incapacità di reggere nei minuti finali.

Fatevi il conto di tutti i punti che il Brescia ha perso nei minuti finali:sono davvero tanti,troppi.

Partita che si sblocca contro la Lazio,grazie a Balotelli,spesso insultato dai tifosi della Lazio;il suo gol vale l'uno a zero ed il momentaneo vantaggio delle Rondinelle.

La Lazio che gioca comunque un buon primo tempo reagisce e riacciuffa il risultato grazie ad un calcio di rigore concesso per un fallo su Caicedo e che costa anche l'espulsione a Cistana.La realizzazione di Ciro Immobile riporta le squadre ad un risultato di parità;a quel punto però il Brescia è in dieci e ovviamente ci si aspetta un secondo tempo di sofferenza totale.

Invece nella ripresa il Brescia si arrocca bene,difende con ordine,concede poco o nulla alla Lazio.

Eppure,nei minuti finali,ancora una volta,una distrazione risulta fatale alla squadra allenata da Eugenio Corini,che ricordo era squalificato,in panchina c'era il suo secondo Lanna.

Così arriva il gol del successo siglato ancora da Ciro Immobile,a tempo ormai scaduto in attesa che quest'oggi si completi la penultima giornata del girone di andata.

Per finire il girone di andata il Brescia affronterà nel prossimo week-end la Sampdoria e, nel frattempo,restiamo in attesa delle mosse di mercato,perchè il Brescia ha bisogno di rinforzi:Cellino credo lo sappia,basta pensare a chi è entrato ieri nel corso del match Semprini,Viviani e Mandrini,tre ragazzini di fronte ad una squadra,la Lazio,che può schierare pezzi da novanta.