Strumenti

Ancora una volta non è un buon inizio di settimana per i tifosi biancoazzurri: è arrivata una nuova sconfitta, uno a zero contro il Milan.

Decisivo il gol di Rebic nel finale del match dopo che, nel corso della gara, il Brescia aveva comunque tenuto testa al Milan: anzi, a voler vedere, alla fine a mettere sul piatto della bilancia tutte le occasioni costruite dai biancoazzurri, è proprio la squadra di Corini che può recriminare.

Una buona prestazione ma ancora una volta un risultato negativo ed una classifica che continua ad essere deficitaria: il Brescia è all'ultimo posto della graduatoria insieme ad altre due squadre quali la Spal ed il Genoa, un punto sopra c'è il Lecce.

Diciamo che dal punto di vista della classifica non è accaduto niente di trascendentale perchè le distanze dalla zona salvezza restano immutate: c'è un punto da riconquistare nei confronti del Lecce.

Per il resto il quadro generale non induce all'ottimismo; la situazione di classifica rimane aperta ma è evidente che il Brescia deve ricomniciare a far punti,deve cercare di muoverla questa classifica.

Altrettanto evidente che sfide come quella con il Milan, piuttosto che con la Juventus o con le altre grandi del Campionato, sono sfide difficili e complicate; però da qualche parte i punti bisogna andare a farli.

Qualche giorno ancora a disposizione di Cellino per quanto riguarda il mercato: servono rinforzi.

Il problema principale in questo momento sembra essere davanti: in attacco infatti il Brescia continua a non concretizzare le occasioni che costruisce, continua a non segnare.

Indietro, viceversa, una distrazione come quella accaduta nel match con il Milan diventa fatale; bisogna cercare di rinforzare la squadra dietro come del resto bisogna rinforzare anche davanti, dove, senza Balotelli, non ci sono terminali offensivi in grado di farci stare tranquilli.

Adesso il Brescia si prepara ad una nuova sfida in trasferta contro il Bologna, una squadra che sulla carta potrebbe essere considerata alla portata del Brescia anche se la formazione di Mihajlovic è reduce da una serie di prestazioni comunque positive.

Andare a giocare a Bologna e cercare di fare risultato in quella città non sarà facile ma, come dicevo, da qualche parte i punti bisogna pur farli.

 

Ciro Corradini