Strumenti

Inizia l'ennesimo weekend di passione per il Brescia, un weekend lungo perché questa sera si chiude il mercato e naturalmente c'è forte attesa per capire quali saranno le mosse di Cellino in chiave mercato per provare a rinfonzare una squadra che altrimenti così com'è rischia di grosso.

Vediamo se entro sera si concretizzeranno alcuni degli affari, dei rumors che in questo momento tengono banco sui giornali e sui siti; ci sono alcuni giocatori sul taccuino di Cellino ma naturalmente non sono escluse sorprese, visto e considerato con chi abbiamo a che fare: un Presidente che sappiamo tutti essere vulcanico ed essere pieno di risorse.

Di certo c'è che la caccia al difensore sta continuando ma che anche in zona d'attacco il Brescia possa fare qualcosa.

Staremo a vedere: questa sera chiude il mercato e poi domani di nuovo in campo per affrontare il Bologna, squadra forte, squadra quadrata, squadra che avrà il vantaggio di giocare davanti al proprio pubblico.

All'andata, come tutti ricorderete, il Brescia buttò al vento una ghiotta opportunità: era in vantaggio per tre a uno ma alla fine, complice anche l'espulsione di Dessena ed un calo imprevedibile, la formazione di Corini venne sconfitta pre quattro a tre in rimonta dai felsinei.

E lì probabilmente qualcosa si incrinò in maniera definitiva nel rapporto fra Cellino e Corini; così, di li a poco, come ricorderete, lo stesso Corini venne esonerato, al suo posto arriivò Grosso ed il resto è storia nota: l'esonero dello stesso Grosso, il rientro di Corini e una situazione di classifica che comunque rimane deficitaria.

Contro il Bologna l'obbiettivo del Brescia sarà quello di fare risultato, di provare a fare quel risultato che è sfuggito contro il Milan; anche perché poi ci sarà l'Udinese che è un'altra squadra, tutto sommato, abbordabile ma poi il Brescia avrà un calendario difficile con Juventus, Napoli,  Inter in rapida successione e quindi con partite, sulla carta, dal pronostico scontato.

La classifica resta deficitaria e corta ma allo stesso tempo tiene aperte mille possibilità o meglio una possibilità: quella di agganciare chi ci sta sopra.

In questo momento ho l'impressione che siano quattro le squadre che si stiano giocando  per la salvezza e cercheranno di evitare i tre posti che valgono la Serie B: il Brescia e poi Genoa e Spal che in questo momento hanno gli stessi punti delle rondinelle ed il Lecce che è una lunghezza più sopra; in questo momento pensare di poter coinvolgere anche ci ci stà più davanti come la Sampdoria od il Sassuolo pare difficile.

Brescia che deve fare punti, l'imperativo ormai deve essere questo; in qualsiasi modo anche da Bologna  deve provare a portare a casa un risultato positivo.

Basterebbe anche solo un pareggio a muovere la classifica ma certo, arrivassero i tre punti, saremmo tutti più contenti ma l'avversario è ostico, difficile da affondare, il Brescia dovrà fare ricorso a tutte le sue forze con la speranza che già Sabato ci possano essere innesti importanti.

 

Ciro Corradini