Strumenti

Anche la partita contro il Piacenza - prevista sabato 7 marzo alle ore 15 allo stadio Garilli - è stata rinviata.

Queste le date previste dalla Lega Pro per i recuperi:

11 marzo 2020 – recupero gare 8^ giornata Campionato (vs Carpi al Turina | H 20.45)

18 marzo 2020 – recupero gare 9^ giornata Campionato (vs Sudtirol al Druso | H 17.30)

1 aprile 2020 – recupero gare 10^ giornata Campionato (vs Imolese al Turina | H 18.30)

15 aprile 2020 – recupero gare 11^ giornata Campionato (vs Piacenza al Garilli | H 20.45)

 

A seguire il comunicato:

 

La Lega Pro, preso atto del DPCM del 1 marzo 2020 e delle comunicazioni delle autorità competenti, ha disposto il rinvio delle gare dell’11^ giornata del Campionato Serie C dei gironi A e B in programma nei giorni 7 e 8 marzo 2020 e della gara di andata di Coppa Italia Serie C in programma l’11 marzo p.v.

Tale decisione è stata assunta, coerentemente con quanto sino ad oggi stabilito, per le seguenti fondamentali ordini di ragioni:

1) Il valore primario è senz’altro quello della tutela della salute e quindi del contenimento della possibilità di contagio;

2) Il nostro calcio ha ragione di esistere solo se sugli spalti palpitano i cuori e si sentono i cori dei nostri milioni di tifosi. Pur consapevoli delle difficoltà che incontreranno le nostre società ed i ragazzi che scenderanno in campo, fintantoché il calendario ci consentirà una programmazione delle gare che consenta la presenza del pubblico allo stadio, continueremo coerentemente con la linea tenuta.

3) Il rinvio integrale della giornata per i due gironi è dettata dalla necessità di garantire l’equilibrio e la regolarità della competizione, pur sempre nella consapevolezza che stiamo vivendo un’emergenza di carattere internazionale.

4) Sono da considerare, altresì, le condizioni della Pianese e dei club che l’hanno incontrata, tra le quali la Juventus U23 finalista di Coppa. Dovremo valutare rimettendoci al giudizio delle competenti Autorità Sanitarie. Nessuno sottovaluti il problema e a chi competa decidere. Il calcio e i suoi interessi vengono a debita distanza.

L’attività di coordinamento con le istituzioni è continua e ci consente di avere in tempo reale il quadro della situazione. Nel contempo attraverso l’attività di collaborazione con FIGC, Governo e Ministeri stiamo lavorando per verificare, dato l’evidente ed inevitabile danno patito dai club, di essere agganciati agli interventi straordinari di natura fiscale che si appresta ad emanare il Governo per le imprese italiane, concedendo tale beneficio anche ai nostri club.