Strumenti

Settimana corta per quanto concerne gli appassionati di calcio ed i tifosi biancoazzurri perché venerdì riparte il Campionato cadetto fermo nel corso di questo weekend a causa degli impegni delle Nazionali, quella di Mancini che cerca di guadagnarsi il pass per i Mondiali in Qatar e l'Under 21 che è in lotta per cercare di accedere alla finale degli Europei di categoria.

Campionato di Serie B al palo con la possibilità per tutte le squadre di rifiatare in vista della volata finale che per il Brescia comincerà Venerdì affrontando in casa il Pordenone. In casa Brescia è quasi scontato il rientro di Spalek che torna a disposizione e quindi squadra che si prepara a questa sfida dovendo affrontare una squadra che invece, per quanto la riguarda, deve fare i conti con il Covid che ha decimato il Pordenone in questa fase della stagione. Si fa dunque la conta di quanti potranno essere i giocatori a disposizione in vista del match con le Rondinelle.

Gara tutto sommato importante, visto e considerato che il Brescia è a cinque punti dai playoff ma che non ha archiviato la possibilità di inserirsi fra le prime otto della Classifica generale. E' un obbiettivo che ad inizio stagione sembrava di riserva, poiché il Brescia era partito con l'intento di centrare la promozione diretta, poi sappiamo quello che è accaduto, una stagione condizionata pesantemente da una serie di decisioni opinabili, cambi di allenatore, le cessioni di giocatori importanti come Torregrossa e Sabelli non adeguatamente rimpiazzati ed una classifica che ad un certo punto si era fatta quanto mai pericolosa, Poi è arrivato Clotet, con lui una serie di vittorie che hanno rilanciato le ambizioni innanzitutto di salvezza e poi addirittura quelle di inserimento nei playoff.

Adesso il Brescia è ad una svolta, deve capire se può davvero ancora lottare per i playoff che in realtà non sono lontanissimi ma per farlo dovrà ritrovare il passo dei tempi migliori.

Ciro Corradini