26
ott, mar

Strumenti

Brescia game-over!

Il Campionato di Serie B per il Brescia finisce qui, i biancoazzurri non riesco a superare l'impresa di superare il primo turno dei playoff contro il Cittadella che alla fine si impone cn merito per uno a zero. Alla formazione veneta sarebbe bastato anche il pareggio perché, vista la posizione nella classifica finale della regular season, il Cittadella appunto poteva approfittare anche solo del pareggio per accedere al turno successivo dove affronterà il Monza di Brocchi e Balotelli.

Il Brescia dunque esce di scena ed è tanta l'amarezza: dopo aver raggiunto con una cavalcata straordinaria i playoff, la squadra di Clotet si arrende di fronte ad un avversario non certo insuperabile ma un avversario quadrato, compatto, un avversario in salute sotto il profilo fisico.

Il Brescia invece è sembrato stanco, forse anche "appagato" dei risultati ottenuti in questo ultimo scorcio di stagione.

Una stagione che alla fine possiamo considerare comunque fallimentare: al di la infatti della cavalcata di Clotet ed i suoi nella seconda parte della stagione non possiamo dimenticare che l'obbiettivo di una squadra che è stata costruita per vincere il Campionato era la Serie A diretta.

Ad un certo punto ci siamo ritrovati però, dopo le mille contradizioni societarie, dopo le mille scelte contradittorie di Cellino, dopo una campagna acquisti a Gennaio deficitaria, ci siamo ritrovati quasi sul fondo della Classifica o meglio in piena Zona playout.

Lì evidentemente, alzi la mano chi non ha avuto paura che il Brescia precipitasse in Serie C. Clotet ha avuto il merito di risollevare una squadra che dal punto di vista psicofisico era completamente a terra ma resta il fatto che la stagione avrebbe dovuto portare bel altri risultati.

Nulla da eccepire sull'impegno dei giocatori, nulla da eccepire sull'impegno di Clotet, catapultato dall'Inghilterra in una dimensione che non conosceva ma capace comunque di ottenere una media punti da promozione, la sua media è di due punti a partita, una media che garantirebbe in condizioni di normalità la promozione diretta in Serie A.

E' andata così!

E adesso ci aspetta una nuova stagione di Serie B e soprattutto resta da capire quali siano i programmi di Cellino, resta da capire quali siano le sue intenzioni, resta da capire se per esempio confermerà Clotet, cosa che potrebbe sembrare scontata ma che con Cellino scontata non è.

Nel frattempo si appresta a lasciare il Brescia Perinetti, il direttore sportivo che in un primo tempo sembrava confermato ma che alla fine è stato di fatto silurato.

Staremo a vedere quelle che saranno le decisioni di Cellino!

Ciro Corradini