23
giu, dom

Giunto alla terza edizione, il Festival della letteratura ambientale della SAT (Società Alpinisti Tridentini) di Arco durerà fino al 19 maggio, con numerosi appuntamenti presso il parco Nelson Mandela o in biblioteca e in altre sedi.  

Al Parco Nelson Mandela è tornato ad Arco il Festival della letteratura ambientale che giunge quest’anno alla sua terza edizione. Molti gli appuntamenti in programma, con alcuni format già consolidati negli scorsi anni – le presentazioni di libri in orario tardo-pomeridiano presso gli spazi del SottoTetto Urban Space, le passeggiate letterarie nel verde arcense – ma anche numerose novità. Quest’anno il festival prova infatti a coinvolgere anche le fasce più giovani e in particolare gli studenti, con un incontro di formazione dedicato alle classi dell’Istituto Gardascuola, e sperimenta un nuovo formato di riflessione letteraria nella natura: la biciclettata letteraria lungo il fiume Sarca.  

In totale sono nove gli appuntamenti al Parco Nelson Mandela e alla Biblioteca Civica B. Emmert per raccontare l’ambiente e il clima che cambia, le responsabilità dell’uomo, ma anche le armonie e le resistenze della natura. Tanti eventi con ospiti e tematiche diverse per provare a immaginare quali strade intraprendere per trovare nell’attuale crisi ambientale e climatica anche una grande occasione per ripensare i valori, i paradigmi e gli stili di vita. L’idea del festival nasce infatti dalla consapevolezza che sia necessario rivedere alcuni modelli economici e culturali, partendo delle basi, mediante una revisione collettiva e condivisa. 

“Vogliamo offrire degli spazi di dialogo e confronto - affermano gli organizzatori - che a volte, nell’attuale clima di polarizzazione e di informazione parziale e superficiale, è difficile trovare. Quest’anno, con un’offerta nuova e più variegata, speriamo di accrescere e diversificare il nostro pubblico perché solo dal confronto tra idee e visioni diverse possono nascere percorsi di cambiamento condivisi e condivisibili”. 

Il programma prevede incontri con autori di prestigio, ma anche una passeggiata e una biciclettata letterarie, per riflettere in cammino e osservare il territorio della città arcense, un incontro formativo a scuola, due giornate di attività per le famiglie all’aria aperta e letture per bambini, perché, del resto, si diventa anche quello che si è respirato sin da piccoli.   

Iniziato giovedì 9 maggio, il festival prosegue nei prossimi giorni con diversi appuntamenti in calendario.  

Giovedì 16 maggio, alle ore 17.00, Astrid Mazzola conduce una seconda lettura animata per bambini, presso il Cortile di Palazzo Panni. 

Venerdì 17 maggio, alle ore 17.30, presso il Parco Nelson Mandela, lo scrittore Diego Leandro Genna presenta il suo libro di racconti “Natura corta”, una riflessione brillante ironica sulle società animali (e) umane.  

Sabato 18 maggio, alle ore 17.00, Gabriele Bertacchini e Viola Ducati conducono una passeggiata letteraria nell’olivaia dal titolo “Stare bene. Cosa ci insegna la natura”. Ritrovo presso il Parco Nelson Mandela.

Domenica 19 maggio il festival si chiude con una seconda giornata dedicata alle famiglie presso Bosco Caproni. A partire dalle ore 9.00 sarà possibile visitare il bosco e le cave di oolite e partecipare alle attività proposte dalle numerose associazioni coinvolte.  

Tutti gli incontri sono a partecipazione libera. In caso di pioggia gli incontri con gli autori e le passeggiate letterarie (in forma ridotta) si svolgeranno presso la sede della SAT di Arco, in via Sant’Anna 42, mentre le letture animate verranno realizzate negli spazi della Biblioteca Civica B. Emmert.  

Il Festival è organizzato dalla SAT di Arco, con il patrocinio e il sostegno del Comune di Arco, la collaborazione della Biblioteca Civica Bruno Emmert, La Busa Consapevole e il Comitato di protezione e valorizzazione S. Giovanni al Monte e Gorghi di Arco e con il contributo di Apt Garda Dolomiti, Cassa Rurale Alto Garda e Rovereto, Distilleria Marzadro e Gobbi Sport.